Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Fine stato di emergenza, celebrazioni liturgiche: le indicazioni della Cei

Scritto da il 28 Marzo 2022

Fine stato di emergenza: cosa cambia dal 1° aprile

Al via le processioni liturgiche e stop all’obbligo del distanziamento interpersonale di un metro. Con la fine dello stato di emergenza Covid-19, dal 1°aprile 2022 viene abrogato il Protocollo del 7 maggio 2020 per le celebrazioni con il popolo, ma permane, comunque, l’invito alla prudenza, al senso di responsabilità e al rispetto delle consuete norme di igienizzazione.

In particolare, si legge in una nota pubblicata dalla Presidenza della Cei dopo uno scambio di comunicazioni con il Governo, è necessario continuare a indossare le mascherine al chiuso fino al 30 aprile, quindi anche in chiesa.

È opportuno, inoltre, evitare assembramenti specialmente all’ingresso, all’uscita e tra le persone che, eventualmente, seguono le celebrazioni in piedi. Rimangono poi ancora vuote le acquasantiere e si continuerà a scambiare la pace con un inchino e a distribuire l’Eucaristia preferibilmente nella mano.

fine stato di emergenza, cei

fine stato di emergenza, cei

Fine stato di emergenza: orientamenti per la Settimana Santa 2022

La Cei dà delle indicazioni anche per la Settimana Santa 2022. 

  •  Domenica delle Palme. «La Commemorazione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme sia celebrata come previsto dal Messale Romano. Si presti però attenzione – raccomanda – che i ministri e i fedeli tengano nelle mani il ramo d’ulivo o di palma portato con sé, evitando consegne o scambi di rami».
  • Giovedì Santo. Nella Messa vespertina della “Cena del Signore”, per il rito della lavanda dei piedi «ci si attenga a quanto prescritto ai nn. 10-11 del Messale Romano (p.138). Qualora si scelga di svolgere il rito della lavanda dei piedi si consiglia di sanificare le mani ogni volta e indossare la mascherina».
  • Venerdì Santo. Tenuto conto dell’indicazione del Messale Romano (“In caso di grave necessità pubblica, l’Ordinario del luogo può permettere o stabilire che si aggiunga una speciale intenzione”, n. 12), «il Vescovo introduca nella preghiera universale un’intenzione “per quanti soffrono a causa della guerra”. L’atto di adorazione della Croce, evitando il bacio, avverrà secondo quanto prescritto ai nn. 18-19, del Messale Romano (p. 157)».
  • la Veglia pasquale potrà essere celebrata in tutte le sue parti come previsto dal rito.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT