Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Background

Vita consacrata: torna l’annuale corso estivo al Pontificio Ateneo Regina Apostorolum

Scritto da il 15 Giugno 2021

Vita consacrata e formazione. Un binomio importante al centro dell’annuale corso estivo del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum di Roma.

Oramai un vero e proprio appuntamento fisso per il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum che anche quest’anno propone il corso estivo annuale di formazione per la vita consacrata, aperto non solo a religiosi e religiose ma anche a formatori. Un percorso in programma dal 5 al 9 luglio, fruibile in doppia modalità, in presenza ed online, con lezioni dalle 9 alle 17,30 in lingua italiana.

“Una scelta che apre a coloro che sono lontani e impossibilitati a seguire le conferenze in diretta -. Ci spiega padre Marcelo Bravo Pereira, direttore dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose dell’ateneo e docente del corso -, ci sono tante persone, tra cui anche formatori, psicologi o accompagnatori spirituali, che per vari motivi, non possono recarsi a Roma e così seguono questo percorso online. Grazie ai supporti tecnologici è possibile offrire un corso formativo completo, per cui mi auguro che grazie a questi mezzi si allarghi lo spettro delle persone che vogliono seguirci”.

Vita consacrata: un nuovo approccio all’autorità

Un percorso, che come dicevamo è diventato un appuntamento irrinunciabile, per chi ha fatto della consacrazione una scelta di vita e che ogni anno affronta un tema diverso, toccando aspetti che mirano a stimolare riflessioni, dibattiti e approfondimenti personali.

vita consacrata

P. Marcelo Bravo Pereira

«La vera novità di quest’anno è il tema che affronteremo: “Il servizio dell’autorità per la perseveranza nella gioia. Autorità, obbedienza e libertà di coscienza”, ovvero come si deve sviluppare il voto di obbedienza in relazione all’autorità, mantenendo la libertà di coscienza. È un tema importante perché ricordo che prima di tutto il voto che viene fatto è quello nei confronti di Dio che passa attraverso mediatori, ovvero i nostri superiori».

Ma come si devono stabilire questi rapporti? Importante è capire che «un’obbedienza che non deve mai ledere la libertà fondamentale della persona», soprattutto in una società dove le relazioni sono così complesse. Al fine di comprendere al meglio questi passaggi sono stati coinvolti degli esperti, che affronteranno la tematica da un punto di vista spirituale ma anche psicologico, soffermandosi sul concetto di leadership, perché «è necessario capire come questi legami si devono sviluppare e come questa obbedienza non deve diventare un ostacolo, ma piuttosto un aiuto che si esercita nella libertà fondamentale dell’essere umano».

Un argomento che padre Pereira definisce originale, ma anche prezioso «perché negli ultimi anni si è insistito molto nell’abuso di coscienza, quindi nella dimensione negativa della vita religiosa, in questo corso invece vogliamo insistere nella dimensione positiva e costruttiva del voto di obbedienza». Un’attenzione, quella rivolta alla formazione della vita consacrata, che rientra nel DNA del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum. Ragion per cui l’annuale corso estivo si inserisce in una più ampia proposta riservata a questi argomenti che vengono affrontati a più riprese nel corso dell’anno anche con altri tipi di corsi come quello interdisciplinare che annualmente si svolge a febbraio.

Ascolta l’intervista completa a padre Marcelo Bravo Pereira cliccando di seguito 

Vita consacrata: essere nel mondo ma non del mondo

Una scelta di vita che necessita di un atteggiamento specifico, come ricorda papa Francesco, che parlando alle consacrate dell’Unione Internazionale delle Superiori Generali l’8 maggio del 2013, le ha esortate ad esercitare la propria autorità “accompagnando, aiutando, amando”. Un modo di vivere la propria missione con un atteggiamento umano ma sempre con uno “sguardo rivolto alla Croce”, senza vita consacratadimenticare la tenerezza, citata più volte dal pontefice. «La tenerezza è una virtù umana ed un atteggiamento del cuore -, ribadisce padre Pereira – ma è anche un attributo di Gesù, perché essendo Dio e anche uomo, può manifestare la misericordia infinita di Dio con lo sguardo, con le parole, con le azioni. Per questo credo che la tenerezza deve essere esercitata nella vita consacrata». Un comportamento che necessita di formazione e allenamento per ravvivare il desiderio alla base della scelta di vita fatta, che agli occhi di molti appare difficile.

«Penso fondamentale che sia necessaria una umanizzazione del religioso -, conclude padre Pereira -. Noi sappiamo che Cristo è il modello, l’ideale dell’umano, per questo non può essere un’autentica consacrazione se non poggia su una umanità redenta. Il religioso dovrebbe essere l’ideale dell’umano. Dopo tanti anni in cui mi sono dedicato alla formazione di vita consacrata al femminile, ho compreso che una certa concezione di consacrazione, faceva perdere la dimensione dell’umanità, anche negli aspetti più concreti. L’idea del religioso che si distacca dal mondo, ci ha fatto perdere di vista elementi che erano presenti nella vita consacrata da sempre, cioè la collocazione nel cuore del mondo in mezzo ai suoi fratelli per essere segno della bellezza dell’umanità di Cristo».

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina dedicata sul sito dell’ateneo.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT