Home RomaNews Diocesi di Roma Violenza sulle donne, Diocesi Roma: uno sportello a sostegno delle vittime

Violenza sulle donne, Diocesi Roma: uno sportello a sostegno delle vittime

34
0

Violenza sulle donne, presto uno sportello

violenza sulle donne, monsignor andrea manto
Monsignor Andrea Manto

Violenza sulle donne – “Aprirà nei prossimi mesi uno sportello antiviolenza con professionisti, psicologi, avvocati, assistenti sociali e ostetriche che ci aiuteranno a sostenere e supportare le vittime di violenze, donne e i loro figli”. Lo ha annunciato ieri monsignor Andrea Manto, direttore del Centro per la Pastorale familiare della diocesi di Roma durante la presentazione in Vicariato del libro “Violenza sulle donne”, pubblicato grazie alla collaborazione tra la Fondazione Ozanam-San Vincenzo De Paoli e il Centro che dirige.

Avrà sede nella casa famiglia ‘Mater Admirabilis’ che verrà aperta in via della Pineta Sacchetti, ha fatto ancora presente Manto aggiungendo che è in cantiere  anche un cortometraggio. Obiettivo è quello di “far conoscere il problema, attivare discussioni e far emergere il sommerso di violenza che spesso esiste nelle famiglie”. Ma non solo, si sta progettando anche l’istituzione dell”“ostetrica di comunità”.

“Vogliamo costituire un network per tutelare le donne che hanno già subito violenze ed evitare che si ripetano”, ha detto poi Giuseppe Chinnici, presidente della Fondazione Ozanam-San Vincenzo De Paoli, annunciando che al libro presentato ieri seguirà un’ “appendice” indirizzata ai giovani. “Siamo consapevoli – ha spiegato-  che bisogna formarli alla responsabilità, a un modo garbato di gestire le relazioni interpersonali per dare loro stimolo, obiettivi morali, etici e sociali in modo da contrastare la violenza sulle donne”.

Monsignor De Donatis: “Occorre fare più famiglia” 

E a intervenire ieri alla presentazione del libro “Violenza sulle donne” anche il vicario del Papa per la diocesi di Roma, monsignor Angelo De Donatis“Se stiamo assieme Chiesa, istituzioni, credenti e non credenti possiamo fare di più per contrastare la cultura di violenza, mercificazione e sopraffazione che nella donna trova un assurdo sfogo”. Queste ancora le parole dell’arcivescovo che ha invitato a “rendere la violenza sulle donne un fenomeno sempre meno taciuto” e ad “assicurare assistenza alle vittime della violenza domestica con interventi concreti”.

L’arcivescovo ha ricordato anche le parole di Papa Francesco nell’esortazione apostolica “Amoris Laetitia”: “’La violenza verbale, fisica e sessuale che si esercita contro le donne in alcune coppie di sposi contraddice la natura stessa dell’unione coniugale’”. Di fronte a questo non possiamo tacere, ha ribadito il vicario. Tuttavia “la risposta non può essere una delegittimazione della famiglia. Occorre al contrario fare più famiglia, sostenerla e costruire relazioni più mature”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here