Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Verismo interattivo: la corrente letteraria di Alfio Giuffrida

Scritto da il 24 Febbraio 2020

Verismo interattivo: intervista ad Alfio Giuffrida

verismo interattivo, alfio giuffridaProtagonista della puntata di oggi di “Parole in onda”,  a cura del giornalista Gianni Maritati, è Alfio Giuffrida autore del romanzo “Odore di sujo”.

Che cos’è il sujo?

«Il sujo è la puzza, in questo caso l’odore della disonestà che caratterizza alcuni politici italiani».

Perché hai scelto questo argomento così complesso, un po’ scivoloso? 

«Prima di tutto dovremmo fare una promessa sul verismo interattivo, corrente letteraria a cui appartiene il libro. Il verismo si rifà al Verga che metteva a nudo i difetti della società italiana.

Interattivo perché mi sono rifatto anche a Dan Brown  che ha lasciato un argomento aperto con il Codice da Vinci e altri libri».

 

Verismo interattivo: i 3 principi

«Il verismo interattivo parte da 3 principi:

  1. avere uno scopo da trasmettere
  2. partire da fatti veri, o almeno plausibili, legati da un certo file rouge
  3. Non chiudere l’argomento ma lasciarlo aperto in modo da discuterne sui forum on line»

Quindi interattivo perché il lettore è chiamato a interagire, appunto, con il romanzo. Cosa ci puoi anticipare della trama? 

«È un romanzo, una storia di avventura, di amore, di una mamma alla ricerca del proprio figlio per toglierlo dall’ambiente della droga. È una denuncia sociale alla corruzione, alla disonestà dei politici che sta prendendo sempre più piede.

In “Odore di sujo” a differenza di altri libri, i politici non sono collusi con la malavita ma come organizzatori stessi».

Odore di sujo: tra disonestà e corruzione

verismo interattivoUna tesi piuttosto forte…hai avuto dei riscontri? dalle tue ricerche risulta questo? 

«Sì ho cercato di spiegare il perché. Dalle mie ricerche questa disonestà affonda le radici nei postumi del ’68. La società era andata troppo avanti rispetto alle regole stesse che la governavano […] sono nate delle doppie personalità come quelle dei politici che alle elezioni si presenta come un benefattore, poi finite le elezioni diventa un approfittatore della sua posizione.

Un cittadino onesto come può reagire a questa corruzione? 

«Può reagire bene al momento del voto. Ma è sempre più difficile di fronte a questa disonestà dilagante. In una cesta con una sola mela marcia, togliamo quella mela e il resto è salvabile. Ma adesso ce ne sono talmente tante che non sappiamo più distinguere quelle buone dalle cattive […] il cambiamento deve partire dai politici».

Ascolta la puntata precedente


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT