Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Luceverde

10:33 10:34

Show attuale

Luceverde

10:33 10:34

Background

Veglia ecumenica: San Leone I, l’unità dei cristiani passa anche dal canto

Scritto da il 17 Gennaio 2022

Veglia ecumenica: l’appuntamento a San Leone I

Sarà «fatta di incontro e di preghiera», ma anche di «musica e accoglienza», la veglia ecumenica diocesana in programma mercoledì prossimo, 19 gennaio, a San Leone I. Evento centrale della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che si concluderà il 25 gennaio con la celebrazione dei secondi vespri alla Basilica di San Paolo fuori le Mura, insieme a Papa Francesco, sarà presieduta dal vescovo ausiliare monsignor Paolo Selvadagi, delegato diocesano per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso. L’omelia, invece, sarà offerta dall’arcivescovo Ian Ernest, direttore del Centro Anglicano di Roma.

«Siamo ancora in fase organizzativa, verranno anche altri rappresentanti, cantori delle altre delegazioni, e quindi sarebbe bello potersi unire per fare un coro insieme» racconta Daniela Ceccaroni, direttrice del coro della parrocchia di via Prenestina.

«I canti che stiamo provando per mercoledì sera riguardano la carità e la forza che il Signore ci dà ogni volta per affrontare le varie problematiche. Sono temi molto forti che richiedono una buona preparazione per noi coristi per trasmettere al meglio quello che cantiamo».

veglia ecumenica, coro san leone I, diocesi di roma, settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

Coro San Leone I

Veglia ecumenica: Daniela Ceccaroni, «È la musica che ci connette attraverso le emozioni»

Alla veglia ecumenica del 19 gennaio prenderanno parte i rappresentanti delle diverse confessioni cristiane presenti a Roma: ortodossi, membri delle Antiche Chiese Orientali, anglicani, luterani, evangelici.

Durante la preghiera, porterà poi la sua testimonianza monsignor Rami Al Kabalan, vescovo siro cattolico.

E così, come affermava monsignor Marco Frisina durante la serata finale, lo scorso 6 novembre, di Cantate Inni con Arte, Festival dei cori parrocchiali della Diocesi di Roma, vinto nel 2017 proprio dal coro di San Leone I, «la diversità diventa unione, diventa Chiesa». E in questo il coro gioca un ruolo fondamentale.

«Penso che il linguaggio della musica connetta le persone non tanto attraverso il verbale ma soprattutto attraverso il non verbale, che è molto intenso. Quando cantiamo nel coro – spiega ancora Daniela Ceccaroni – non guardiamo chi abbiamo accanto, non facciamo caso alle diversità ma ci uniamo, ci stringiamo, anche se il periodo (a causa della pandemia da Covid-19 ndr) non è il massimo per esprimere questo concetto». È la musica che ci connette attraverso le emozioni che riusciamo a trasmetterci l’uno con l’altro. È una cosa molto bella che ci aiuta a pregare».

Veglia ecumenica: Chi canta prega due volte 

E la preghiera, insieme all’ascolto, così come ribadito dal cardinale vicario Angelo De Donatis, è tra l’altro il perno attorno al quale ruota il Sinodo, occasione in cui, tutti nella Diocesi, anche lo stesso coro, dovranno fare la loro parte.

«Il coro è un supporto importante per la preghiera. Il coro unisce. Per questo – precisa la direttrice del coro di San Leone I – siamo felici di accogliere sempre nuove voci. In certi momenti della liturgia piò aiutare nella concentrazione». È dunque importante cantare, «ma cantare bene lo è ancora di più. Una preghiera bella espressa attraverso il canto suscita delle emozioni più intense».

Veglia ecumenica diocesana – Ascolta l’intervista integrale a Daniela Ceccaroni, direttrice del coro di San Leone I: 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT