martedì , 21 novembre 2017

Us Acli Roma a Corviale, ‘Occorre sostenere sport in periferia’

Lo scorso sabato, 28 gennaio, si è svolto nel quartiere Corviale il XV congresso dell’U.S. Acli Roma con lo slogan “Lo sport che vogliamo: inclusivo”.

 

Us Acli e l’impegno nelle periferie

“È necessario supportare le tante associazioni sportive, come l’US ACLI Roma che si impegnano ogni giorno per promuovere lo sport fra i più giovani, in particolare modo fra i più svantaggiati e fra quelli che vivono nelle periferie. Siamo ancora in attesa del rinnovo del contratto con Roma capitale per la piscina del Corviale dove tante famiglie riescono ad accedere alla pratica sportiva senza spendere capitali”. Lo ha dichiarato Luca Serangeli, presidente dell’Unione Sportiva delle ACLI di Roma. 

“Il luogo in cui ci troviamo oggi, — ha aggiunto— il campo dei miracoli-calcio sociale, è uno dei luoghi simbolo del riscatto delle periferie romane attraverso la pratica sportiva. Qui da anni una società affiliata all’US ACLI Roma porta avanti con un grande impegno l’idea dello sport,  e in particolare del calcio, come strumento educativo e come sano anticorpo contro le devianze e l’emarginazione. Per questo abbiamo scelto di celebrare il XV congresso dell’Unione Sportiva in questo centro che è una vera e propria stella polare, in tutta la città, per una reale integrazione soprattutto dei giovani”.

“In tempi di crescenti diseguaglianze sociali – ha poi dichiarato Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provinciaquesto congresso ha acceso i riflettori su uno sport per tutti che favorisce l’inclusione. Inoltre ha ribadito in maniera forte il valore dello sport come strumento privilegiato per sviluppare un’idea di città fondata sulle relazioni, scongiurando il rischio di ridurre la Capitale a un mero agglomerato di quartieri. Questo è un compito di cui devono farsi carico tutti i soggetti della città, per questo la presenza dei rappresentati delle istituzioni comunali oggi sarebbe stata necessaria e doverosa, specialmente trovandoci nelle periferie della Capitale”.

 

L’Unione Sportiva delle ACLI di Roma

Con i suoi 25 mila soci e le 265 associazioni affiliate, è una delle più importanti realtà sportive del sistema ACLI nazionale. La prima in Italia per il numero di associazioni aderenti e la seconda per iscritti. Un terzo dei suoi associati ha meno di 15 anni. Diverse attività promosse: stagione calcio a 11 e 5 amatoriale; la stagione calcio a 5 e calcio a 8 giovanile; il trofeo delle parrocchie dedicato a Giovanni Paolo II; il trofeo “Fabio Gori” pietra miliare del nuoto romano; i numerosi trofei e gare di pallavolo, ciclismo, atletica, arti marziali e danza.

Non solo attività sul campo. L’Us Acli Roma si occupa anche della formazione con i corsi per gli arbitri (appuntamento tradizionale arrivato alla 29a edizione), degli allenatori e dei dirigenti. Massima attenzione anche alla sicurezza sanitaria e al primo soccorso con la donazione di defibrillatori e gli stage formativi per il BLSD.

 

 

Check Also

Giornata dei poveri. Una veglia di preghiera per i volontari

Veglia di preghiera per i volontari coinvolti nella prima Giornata Mondiale dei Poveri “Non amiamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X