Ups Roma, le Giornate salesiane di comunicazione

Due giorni per costruire quel giornalismo di pace auspicato da Papa Francesco nel messaggioper la 52ª Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali. Questo l’obiettivo di due giorni di conferenze e laboratori, venerdì 27 e sabato 28 aprile, all’Università Pontificia Salesiana (Ups Roma), in occasione delle Giornate salesiane di comunicazione. Non mancheranno poi momenti di incontri e di preghiera.

L’iniziativa, pensata in un primo momento per i giovani Salesiani e le giovani Figlie di Maria Ausiliatrice, si è aperta negli ultimi anni ad altri gruppi della famiglia salesiana e ad altre realtà religiose e laicali.

Diversi i temi all’ordine del giorno: dalle fake news ai social.

Si parte con una tavola rotonda a cui prenderanno parte Marco Panero, docente presso la facoltà di Filosofia dell’Ups Roma, e Paola Springhetti, giornalista, docente di Giornalismo presso la facoltà di Scienze della Comunicazione sociale sempre alla Salesiana.

Prevista, inoltre, una diretta streaming sul canale YouTube della facoltà, tra le 16 e le 17,30.

Alcuni esperti, poi, aiuteranno i partecipanti a confrontarsi su diversi ambiti: “Guerre e fake news” (Fabio Pasqualetti); “Malainformazione: quale impatto per le scelte del cittadino?” (Vittorio Sammarco); “Educazione alla cittadinanza attiva” (Giovanni D’Andrea); “Cyberbullismo: come prevenire e come orientare” (Alessandro Ricci); “Pubblicità sociale e fundraising tra etica, informazione e social media” (Blasi Simonetta); “Rischi e potenzialità dell’uso di internet. Riflessioni e spunti nel contesto della formazione” (Massimo Vasale).

Sabato 28 aprile sarà, poi, la volta dei laboratori di media analisys (cinema, informazione e fake news, e fake news e giornalismo di pace) e i workshop (fumetto, vita social e computer graphic) per “imparare a essere comunicatori veri, autentici, affidabili”.