“Uniti per la pace” in campo all’Olimpico

0
62

Il calcio a servizio della pace. Il 12 ottobre, allo Stadio Olimpico, i migliori giocatori del presente e del passato prenderanno parte a “Uniti per la pace”, la partita-evento promossa da Papa Francesco. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la Fondazione internazionale di diritto pontificio “Scholas Occurrentes”, Amlib (Comunità Amore e Libertà onlus), Csi (Centro sportivo italiano) e Unitalsi.

L’evento “Uniti per la pace” è stato presentato dallo stesso pontefice lo scorso 3 febbraio. In quell’occasione il Papa aveva affermato, rivolgendosi a tutti i giovani del mondo: “È tempo di mostrare che siamo capaci di fare pace attraverso il gioco, e anche con l’arte”. Lo sport in generale, infatti, può contribuire a cambiare l’educazione e rendere possibile la cultura dell’incontro, come ha affermato in quel contesto il pontefice.

I fondi ricavati da “Uniti per la pace” vanno a finanziare progetti che hanno in comune il fine di promuovere una “cultura della pace”, intesa non solo – nell’ottica degli organizzatori – come rifiuto della guerra “ma momento di giustizia sociale, d’inclusione per gli emarginati e i più bisognosi, in particolare bambini e giovani, per garantire a tutti l’accesso ai servizi di istruzione, assistenza e formazione in ogni parte del mondo”. L’attenzione viene rivolta sopratutto alle periferie dell’Argentine e del Congo, ai bambini malati e alle loro famiglie in Italia. Inoltre, si è aggiunta la volontà di dare un aiuto concreto alle zone colpite dal terremoto del 24 agosto (Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto) per riattivare le strutture sportive di base, gli oratori e provvedere alla formazione di educatori e istruttori.

“Uniti per la Pace” sarà trasmesso il 12 ottobre in diretta su Rai 1 alle 21.15, in Italia e nel resto del mondo, anche grazie all’APP ufficiale della partita. Per aderire all’evento è necessario comunicare il numero dei partecipanti entro domani, 30 settembre, inviando una mail a [email protected].

Valeria Presti