Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

18:00 18:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

18:00 18:03

Background

Unità dei cristiani: la veglia ecumenica nella chiesa di don Andrea Santoro

Scritto da il 17 Gennaio 2020

Unità dei Cristiani: il 22 gennaio la veglia ecumenica

Sarà la parrocchia di Gesù di Nazareth, la chiesa di don Andrea Santoro, a ospitare mercoledì 22 gennaio (ore 18.30) la veglia ecumenica diocesana in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani che si concluderà con la celebrazione dei vespri presieduta da Papa Francesco nella basilica di San Paolo fuori le Mura il prossimo 25 gennaio.

unità dei cristiani

Il cardinale vicario, Angelo De Donatis

La veglia, durante cui ci sarà anche la testimonianza di un rifugiato, sarà presieduta dal cardinale vicario Angelo De Donatis, alla presenza dei rappresentanti delle diverse confessioni presenti a Roma tra i quali, per la prima volta, il direttore del Centro anglicano, l’arcivescovo Ian Ernest.

 

Ascolta le parole di don Giuseppe Russo, parroco della chiesa nel quartiere Verderocca, nella puntata di oggi di “Tutte le Strade”:

Unità dei Cristiani: preghiera e conoscenza reciproca

«La Diocesi di Roma – spiega don Giuseppe – ha chiesto di fare la veglia ecumenica in questa parrocchia proprio perché non solo per riunirci e pregare per l’unità dei cristiani. In quell’occasione sarà anche resa pubblica, nella cappellina della riconciliazione, la teca espositiva contenente la Bibbia di don Andrea Santoro nella cappellina della riconciliazione».

Si tratta di un «sacro testo, scritto in turco, forato da un proiettile. Don Andrea lo aveva con sé nel momento dell’uccisione».

unità dei cristiani, preghieraSarà, dunque, anche «un modo per ravvivare ulteriormente la nostra fede a pochi giorni dal 26 gennaio, la Domenica della Parola, che Papa Francesco ha istituito da poco». Per cui assume un significato ancora più profondo «mettere una Bibbia in un luogo ci consente di rileggere, ascoltare, meditare la Parola di Dio. Di interiorizzarla e testimoniarla con la propria vita».

«Il 22 gennaio  – continua il parroco di Gesù di Nazareth – saremo qui proprio per pregare sulla bellezza di quella che è l’unità. L’unità la si fa pregando, ravvivando il dono dello Spirito di Dio e con la reciproca conoscenza fraterna. Se non ci si conosce diventa difficile fare unità».

Unità dei Cristiani: dalla Quercia di Mamre al naufragio di Paolo. I simboli della veglia

“Ci trattarono con gentilezza” farà da filo conduttore alla Settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani. Il tema, sviluppato dalle chiese cristiane di Malta e Gozo, richiama all’ospitalità reciproca.  

unità dei cristiani, veglia ecumenica, diocesi di roma«Il tema è ripreso dal brano biblico degli Atti degli apostoli (Atti 28, 2 – “Gli abitanti ci trattarono con rara umanità.Ci accolsero tutti intorno a un fuoco, che avevano acceso perché era sopraggiunta la pioggia e faceva freddo”) dove si parla del naufragio di Paolo all’isola di Malta e della speranza e la fiducia che egli ha nell’essere accompagnato sicuramente dalla mano di Dio».

Dobbiamo «sentirci veramente responsabili in questo tempo. Ognuno  – questo l’invito di don Giuseppe – deve fare la propria parte in uno spirito di accoglienza, testimonianza, collaborazione».

Ma non solo. Durante la veglia sarà esposta anche un’icona che rappresenta «la visita degli Angeli ad Abramo e Sara alla Quercia di Mamre (Genesi 18)» per lanciare un messaggio: «l’accoglienza che Abramo e Sara riservano «a questi annunciatori di salvezza è la mano di Dio che passa nella nostra vita e ci accompagna».

Proprio presso questa icona, durante la veglia, «i rappresentanti delle varie chiese poteranno delle lampade. Seguirà una testimonianza, la preghiera finale e per concludere la preghiera del Padre Nostro e la benedizione da parte del cardinale vicario».

Unità dei cristiani: gli altri appuntamenti nella Diocesi di Roma

Non solo la veglia ecumenica. Nell’ambito della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani diversi gli appuntamenti nella Diocesi di Roma. Alla Basilica di San Paolo fuori le unità dei cristiani, san paolo fuori le muraMura sarà esposta l’urna con il corpo di san Timoteo, discepolo di San Paolo, venerato dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa.

Ogni sera, poi, nella Basilica di Santa Maria in Trastevere momento di preghiera insieme alla Comunità di Sant’Egidio.

Nella basilica di Santa Maria in Via Lata, dove si trova il Centro eucaristico ecumenico delle suore Figlie della Chiesa, ogni giorno alle 20, Messa nei vari riti cattolici orientali.

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT