Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Tradire un amico

Scritto da il 16 Aprile 2020

Tradire un amico è purtroppo qualcosa di attuale che ha precedenti anche nelle Sacre Scritture, a partire dalla Genesi

Mi sono accorta che anche nel libro della Genesi si parla di qualcosa di attuale, cioè degli amici o addirittura dei fratelli che sparlare alle spalle. A volte si può scoprire che è stato fatto e questo fa tanto soffrire.

tradire un amico 2Nel libro della Genesi si racconta la storia di Giuseppe, che v’invito a leggere. È una storia avvincente, bellissima. In questo punto di Genesi 41 e 42 c’è proprio il momento in cui i fratelli, invidiosi di Giuseppe, lo vendono ai mandriani. E lui finisce in Egitto dove diventa il braccio destro del Faraone, quindi un personaggio importante. Questi fratelli cominciano a vivere nella carestia, arrivata nel loro paese e in quelli vicini. Vanno quindi in Egitto e si recano da Giuseppe, non sapendo che si tratti proprio di lui, del loro fratello. Vanno lì chiedendo grano.

Giuseppe era un uomo molto saggio e aveva creato dei depositi  proprio pensando alle eventuali carestie future. Quando arrivano, non lo riconoscono. Ma lui sì. Pensate … riconoscere i fratelli che ti hanno venduto. Allora escogita un modo per farli rientrare in se stessi. Dice loro di andare a casa, nel loro paese e  riportare il fratello minore, che è proprio Giuseppe. Loro si spaventano e si rendono conto che non dovevano fare quello che avevano fatto. Così cominciano a parlare tra loro nella lingua nativa, che è anche quella di Giuseppe che quindi li capisce. La Genesi dice: “Allora egli andò in disparte e pianse”.

Pensate sentire i propri fratelli ammettere di averlo venduto e parlare tra loro per capire come fare a uscire da questa situazione. Immaginate quanto dolore può avergli dato, così come quanto dolore darebbe a noi scoprire che i nostri fratelli, le nostre sorelle, sia di sangue, sia di comunità, sia di  amicizia, hanno fatto qualcosa contro di noi. Quanto soffriamo e quanto stiamo male. Vedremo però poi che Giuseppe li abbraccerà e li perdonerà.

Oggi il Signore ci invita a fare questo: ad abbracciare, almeno nel nostro cuore se non riusciamo con le nostre braccia, le persone che ci hanno fatto del male. Non è una cosa semplice, né la possiamo fare da soli. È una cosa che può fare soltanto Gesù dentro di noi; quindi se già iniziamo a chiedergliela siamo verso il cammino per una pacificazione interiore. Se lo vogliamo, il Signore ci aiuterà a trovare questa pace.

Ascolta la puntata odierna “Tradire un amico” della serie “Diario di bordo” a cura di Simona Panico


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT