Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Luceverde

20:03 20:04

Show attuale

Luceverde

20:03 20:04

Background

Teatro dell’Opera Roma, la “Petite Messe Solennelle” di Rossini a San Lorenzo in Damaso

Scritto da il 7 Marzo 2018

Teatro dell’Opera e Diocesi di Roma, riprende la collaborazione

Teatro dell’Opera e Diocesi di Roma – La Basilica di San Lorenzo in Damaso risuonerà delle note della “Petite Messe Solennelle”. È con l’opera di musica sacra di Gioachino Rossini diretta dal maestro Carlo Donadio, proprio nell’anno del centocinquantesimo anniversario della morte del compositore marchigiano, che riprende la collaborazione tra la Diocesi di Roma e il Teatro dell’Opera.

L’appuntamento, nella chiesa di piazza della Cancelleria, è per venerdì 16 marzo 2018 alle ore 20. A esibirsi: Louise Kwong (soprano), Sara Rocchi (mezzo soprano), Domenico Pellicola (tenore), Andrii Ganchuk (basso), Susanna Piermartiri (primo pianoforte), Elena Burova (secondo pianoforte), Lochlan James Brown (harmonium). L’ingresso è libero e gratuito.

Il primo evento promosso dall’Ufficio per la Cultura e l’Università

Si tratta del primo evento promosso dall’Ufficio per la Cultura e l’Università in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma. Ma l’apertura delle chiese di Roma alla lirica affonda le radici nel 2011 quando, sempre la Diocesi di Roma, ma attraverso la collaborazione tra l’l’Ufficio delle Comunicazioni Sociali e il Pontificio Consiglio della Cultura, aveva curato e ideato il progetto culturale “Una porta verso l’Infinito. L’uomo e l’Assoluto nell’arte”. Parole, queste, che ricalcano quanto affermato da Papa Benedetto XVI, durante l’udienza generale del 31 agosto 2011: “L’arte è capace di esprimere e rendere visibile il bisogno dell’uomo di andare oltre ciò che si vede, manifesta la sete e la ricerca dell’infinito. Anzi, è come una porta aperta verso l’infinito, verso una bellezza e una verità che vanno al di là del quotidiano”.

Obiettivo del progetto era, dunque, quello di riscoprire la bellezza di Dio attraverso il linguaggio universale dell’arte. E non poteva mancare una rassegna di musica sacra che divulgasse, tra l’altro, l’idea del Teatro dell’Opera di Roma come elemento fondante della città in tutti i suoi aspetti, anche come sede del Cristianesimo.

Da qui, negli anni scorsi, la realizzazione di eventi nelle chiese di Roma, sempre gratuiti, che hanno visto l’esibizione del coro e dell’Orchestra del Teatro dell’Opera, diretti dal maestro Roberto Gabbiani, a partire dal Te Deum di Felix Mendelssohn Bartholdy e dalla Messa in do minore op. 147 di Robert Schuman.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT