Sos bimbi, la nuova app con i testi dei medici del Bambino Gesù e del Gemelli

Ideata dalla fondazione “Parole di Lulù”,  è disponibile da ieri Sos bimbi, la nuova app di soccorso infantile nata con l’obiettivo di fornire uno strumento utile ai genitori.

Sos bimbi aiuterà dunque le mamme e papà in difficoltà di fronte ai sintomi dei loro piccoli. Basterà inserire alcune parole chiave per vedere apparire sul display dello smartphone le eventuali malattie legate a quei parametri.

 

Sos bimbi, un “arcobaleno” di contenuti

A curarne i  contenuti scientifici i medici dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù, del Policlinico Agostino Gemelli e dell’Ospedale di Pediatria di Modica, provincia di Ragusa. La supervisione degli stessi è stata curata interamente dalla Società italiana di pediatria (Sip). Logo della app è un arcobaleno. Ogni colore corrisponde a una sezione diversa. Tra cui spuntano pronto soccorso, ricette, disturbi comuni, allattamento e svezzamento.  L’applicazione offre anche un’area con video dimostrativi su come eseguire le manovre nel caso in cui un bambino abbia ingerito un oggetto o abbia bisogno di rianimazione. Attraverso la geolocalizzazione, consente poi di trovare la farmacia o l’ospedale più vicini.

L’app Sos bimbi “nasce da un’esigenza reale, l’esigenza dei genitori di essere informati: non sostituisce certamente il medico pediatra, ma è un valido strumento di supporto in caso di bisogno”. Sono queste le parole della presidente dell’ospedale Bambino Gesù, Mariella Enoc. “Sos bimbi”, continua, “è l’ennesimo esempio di come l’associazionismo possa essere una risorsa concreta e preziosa, un ponte tra le famiglie e le istituzioni. Come ospedale, infatti, sappiamo bene quanto una corretta e diffusa informazione sanitaria rivolta alle famiglie costituisca la premessa fondamentale per assicurare la salute dei bambini”.

Check Also

Fontane di interesse storico, divieti di bivacco e consumo: multe fino a 240 euro

Un’ordinanza per la salvaguardia delle fontane di interesse storico, artistico archeologico di Roma. L’ha firmata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Clef two-factor authentication
X