Sinodo 2018, il vademecum della Cei in vista dell’incontro dei giovani con il Papa

2

sinodo 2018 1 - Sinodo 2018, il vademecum della Cei in vista dell'incontro dei giovani con il PapaSinodo 2018, Cei: il vademecum per i giovani

“Per mille strade”. È il vademecum per il Sinodo 2018 messo a punto dal Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei, guidato da don Michele Falabretti.

Obiettivo è quello di prepararsi al meglio al pellegrinaggio a Roma dei giovani italiani che l’11 e 12 agosto prossimi incontreranno Papa Francesco. All’interno alcune proposte e raccomandazioni.

Per mille strade. Le proposte in vista del Sinodo 2018

Tra le proposte contenute per il vademecum soprattutto un pellegrinaggio diocesano, possibilmente guidato dal vescovo. Un pellegrinaggio “ricco di incontri, di preghiera, di soste presso luoghi di servizio o di impegno civile, incontro di realtà significative come santuari, luoghi di cura della persona, monasteri di clausura, carceri o luoghi di marginalità”.

Punto di riferimento secondo il Servizio nazionale per la pastorale giovanile deve essere, infatti, proprio la singola diocesi. Sarebbe auspicabile, si legge ancora nel vademecum, che il cammino “veda la presenza di giovani delle parrocchie, provenienti da associazioni e movimenti e da gruppi animati da religiosi e religiose”. Raccomandabile, in questo, anche l’aiuto degli uffici diocesani pellegrinaggi.

L’organizzazione, poi, deve essere flessibile in modo da non precludere la partecipazione a nessuno. “Soprattutto a ragazzi stranieri e disabili, costoro non vanno lasciati a casa”.  Quella del Sinodo 2018 si caratterizza, infatti, come esperienza di integrazione.

Per quanto riguarda il percorso, inoltre, “non è tanto importante la quantità di chilometri macinati a piedi, quanto piuttosto il tempo di condivisione effettiva”.