lunedì , 20 novembre 2017

Un seminario sulle sfide della maternità alla Regina Apostolorum

Si è svolto in un clima di grande confronto il seminario dal titolo“Maternità ieri ed oggi. Quali soluzioni per una società a misura di mamma?”, che si è tenuto a Roma il 6 e 7 maggio scorso, presso il Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e promosso dall’associazione WWALF (World’Women’s Alliance for Life and Family) e dall’Istituto di Studi Superiori sulla Donna. Il momento di studio rientrava all’interno della Settimana della Mamma, che da anni proprio l’istituto porta avanti anche grazie ad un team di mamma e donne che hanno dato vita alla rivista Valore Mamma.

Una due giorni in cui si è discusso del valore e dell’importanza della maternità, ma anche dei rischi e dei limiti che spesso le donne, che decidono di portare avanti una gravidanza, si trovano ad affrontare, specialmente nei confronti del mondo del lavoro.

Nella prima tavola rotonda, dal titolo “Il corpo e la maternità”, dopo i saluti della Direttrice ISSD Marta Rodriguez e dall’On. Olimpia Tarzia Presidente della W.W.A.L.F., si sono susseguiti gli interventi della biblista Laura Paladino, docente UER,  Susy Zanardo docente Uer e dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Giorgia Salatiello Professore Ordinario presso la Pontificia Università Gregoriana e da Chiara D’Urbano docente presso l’APRA e membro dell’Associazione Italiana Psicologi e Psichiatri Cattolici (AIPPC), in cui è emerso come sia necessario riscoprire la bellezza della maternità.

Mentre nella seconda giornata, sabato 7 maggio, si è discusso di “Diritto al lavoro, maternità e gravidanza” insieme all’On. Olimpia Tarzia, la prof.ssa Maria Pia Baccari Facoltà di giurisprudenza della LUMSA di Roma, la dott.ssa Benedetta Rinaldi conduttrice di Uno Mattina Estate, Annamaria Gimigliano fondatrice di MaestraNatura e la scrittrice Antonella Perconte Licatese, ponendo l’accento su come la maternità non deve e non può essere un limite per lo sviluppo professionale di una donna.

“In un momento storico in cui la popolazione italiana è ai minimi demografici, ferma addirittura all’Unità d’Italia, il tema della maternità e di tutti gli aspetti ad essa connessi è fondamentale” – ha affermato l’On. Tarzia, vicepresidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale del Lazio. “Se da un lato oggi- prosegue – la donna apparentemente sembra aver conquistato tanti diritti, la tutela sociale della maternità e quindi il concetto di rispetto per la vita, subiscono giorno dopo giorno, crescenti attacchi. Basti pensare alla maternità surrogata, alla fecondazione in vitro, alle difficoltà legate all’adozione. Poter o meno diventare mamma nel XXI secolo, rappresenta una scelta fortemente condizionata dal contesto culturale e sociale dominante, basato su una mentalità di chiusura alla vita».

L’On. Tarzia da anni è attiva nell’ambito di tematiche legate alla vita e alla famiglia, sentiamo cosa ci ha detto su quali sono secondo lei le sfide che affronta la maternità oggi.

Prezioso il contributo del dell’Istituito di Studi Superiori sulla Donna che grazie ad un gruppo di lavoro di esperte, approfondisce l’importanza e il valore della maternità sia a livello sociale che economico. La direttrice, la dott.ssa Marta Rodriguez, ci ha descritto come secondo lei la via per recuperare il senso della maternità oggi debba essere legato ad una riscoperta della bellezza.

 

Check Also

Giornata dei poveri. Una veglia di preghiera per i volontari

Veglia di preghiera per i volontari coinvolti nella prima Giornata Mondiale dei Poveri “Non amiamo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X