Scout d’Europa, domani la Messa con il cardinale vicario

“Si dice che noi Scout lavoriamo per rendere il mondo migliore di come l’abbiamo trovato e quindi l’incontro di domani sarà fonte di nuovo entusiasmo per le sfide che la società ci pone davanti”. Sono le parole di Angela Turchiano, responsabile Federazione Scout d’Europa della Zona Centro Italia, che a Radiopiù ha parlato della “grande attesa” per la Messa per le Guide e gli Scout d’Europa. A presiederla, domani, 23 marzo, alla Basilica di diocesi di roma, san giovanni in lateranoSan Giovanni in Laterano, alle ore 17.30, il cardinale vicario del Papa per la Diocesi di Roma, Angelo De Donatis.

“È un incontro a cui teniamo molto”, ha precisato Angela Turchiano. “Con don Fabio Menghini, nostro assistente regionale, stiamo lavorando da alcuni mesi, coinvolgendo i ragazzi, dai più piccoli, dai lupetti alle coccinelle che vanno dagli 8 anni in su, fino ai capi più grandi”.

Un avvicinamento “fisico” alla Chiesa di Roma, culla della cristianità

Le tappe del nostro percorso, “sono scandite dall’educazione dei ragazzi verso uno spirito di buon cittadino e buon cristiano”. Dal cardinale De Donatis, ha aggiunto Angela Turchiano, “ci aspettiamo sicuramente una parola di incoraggiamento per i nostri giovani che hanno tante sfide davanti con i coetanei, la società, nel mondo affettivo, lavorativo, sociale. Quindi chiederemo al vicario di esserci vicino con la preghiera perché questi semi che noi lanciamo nei giovani con i nostri percorsi educativi possano trovare terreno fertile e germogliare. Per essere persone migliori”.

Scout d'Europa, Turchiano: "Incontro con De Donatis fonte di nuovo entusiasmo" 2Inoltre, gli Scout d’Europa incontreranno il Papa il prossimo 3 agosto. Quello di domani, dunque, sarà, un incontro intermedio all’interno di un “percorso di avvicinamento proprio fisico alla Chiesa di Roma, culla della Cristianità, per per riscoprire il valore dell’unità, del rispetto della persona umana, della solidarietà, per affrontare insieme con grinta ed entusiasmo le sfide della modernità”.

Quaresima, tempo di riflessione e di “vocazioni”

Il Papa ci insegna a essere artigiani di Pace, ha ricordato la responsabile Federazione Scout d’Europa della Zona Centro Italia, e questo tempo di Quaresima “è un momento per riflettere insieme su quella che è la Misericordia di Dio, non solo per i ragazzi ma anche per gli adulti, su sentimenti di riconciliazione e perdono”.

Un’ occasione “per far fiorire delle vocazioni in senso lato: la vocazione alla costituzione di una famiglia, a essere buoni sposi (oggi non è scontato fondare la famiglia su valori cristiani), alla vita religiosa, al sacerdozio. Lo scoutismo è un bacino di vocazioni in tutti i sensi, quindi sicuramente la parola di domani del vicario sarà sicuramente importante per i nostri ragazzi”.

Ascolta l’intervento integrale di Angela Turchiano: