Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

San Giuseppe. Le avventure di Pinocchio nelle “Sette domeniche”

Scritto da il 31 Gennaio 2020

San Giuseppe: le Sette domeniche al Trionfale

In occasione del centocinquantesimo anniversario della proclamazione di San Giuseppe patrono universale della Chiesa, saranno proprio il papà di Gesù e quello di Pinocchio, Geppetto, i protagonisti quest’anno delle tradizionali Sette domeniche di preghiera e riflessione al Trionfale in attesa del 19 marzo.  

Primo incontro il 2 febbraio alle 16.30 nella Scuola San Giuseppe in via Savonarola. A condurci nella “falegnameria” come palestra di vita il cardinale Giacomo Biffi e il professor Nembrini.

Nella puntata di oggi di Tutte le strade don Mario Carrera, direttore generale della Pia Unione del Transito di San Giuseppe che organizza l’iniziativa, ci spiega da dove è nata l’idea di incentrare il percorso spirituale sulle avventure di Pinocchio:

San Giuseppe: le riflessioni sulla fiaba di Collodi

«L’idea è nata dalla popolarità che Pinocchio ha avuto in questi ultimi tempi con il film di Benigni. Pinocchio è presentato sì come un burattino, ma ha dentro una trama. Le sue avventure rendono la sua vita rocambolesca però a noi interessa che da un pezzo di legno riesce a diventare un bambino bello e a modo, che fa del bene.

san giuseppe, pinocchio, benigniPinocchio scritto da Carlo Lorenzini, chiamato Collodi dal paese in cui era nato, nasce in un momento di unità nazionale. Quindi la Chiesa viene vista un po’ da lontano, in senso liberale, il religioso non interessa.

Però Collodi aveva una mamma molto religiosa e quindi ha vissuto, ha respirato dentro la famiglia questi sentimenti. Lui poi è stato allievo degli scolopi sia o colle Val D’Elsa dove ha fatto le elementari sia a Firenze. Dunque evidentemente questo fondamento di religiosità cristiana era nel suo sottofondo di vita.

San Giuseppe e Geppetto a confronto

«In Pinocchio nei diversi episodi, che erano divertenti se vogliamo, c’è questo filo rosso: la ricerca del papà, Geppetto e anche della famiglia, della mamma, che non è mai nominata, ma la figura materna è incarnata dalla fatina, la cui presenza dà calore alla sua vita.

san giuseppe

“San Giuseppe e il bambino Gesù”. Guido Reni, 1635

Nelle Sette domeniche – precisa don Mario – svilupperemo questo rapporto tra Geppetto, che dal un pezzo di legno realizza un burattino meraviglioso, e San Giuseppe uomo giusto, collaboratore di Dio, che obbedisce costantemente a ciò che Lui gli indica. Educa Gesù a essere un uomo, lo educa a un rapporto di famiglia, a vivere nella società anche con il lavoro, che nobilita la nostra esistenza umana, che è una collaborazione che noi uomini diamo al piano di Dio.

Quindi in queste domeniche punteremo sul ruolo dei papà e della famiglia come realtà dove c’è calore umano che altrove non c’è. C’è il divertimento, c’è il gioco, la falsità, le bugie, l’inganno. Ma non c’è la gioia. Dopo la fine di ogni avventura di Pinocchio c’è sempre la delusione e il desiderio di tornare a vivere i sentimenti belli che Dio semina dentro i nostri cuori umani».

San Giuseppe: preghiera e tradizioni

Come nasce la tradizione delle Sette domeniche?

«La tradizione delle Sette domeniche nasce nel 1800, periodo in cui c’è una ripresa della devozione a san Giuseppe e quindi alcuni religiosi o anche laici in preparazione alla festa di San Giuseppe si sono allenati vivendo momenti di preghiera. È legata a tante associazioni, gruppi di fedeli ma soprattutto alcune compagnie religiose.

Negli passati – ricorda don Mario – ho cercato di recuperare queste devozioni con preghiere, situazioni particolari, fino al Vangelo apocrifo attribuito a Tommaso che narra la vita di Gesù e di Giuseppe che gli stava accanto.

La festa di San Giuseppe al Trionfale è famosa da quando esiste la Basilica, era popolare, coinvolgeva davvero una folla enorme.

Il Trionfale agli inizi del 900 era un borgo di povera gente, quindi don Guanella ha voluto

san giuseppe, don guanella

Don Luigi Guanella

portare qui la sua solidarietà e amore. Ha amato la povertà in un modo straordinario tanto è vero che ha fondato la nostra associazione, la Pia unione del transito di san Giuseppe che è diffusa in tutti i continenti. (Stampiamo una rivista “La Santa Crociata di San Giuseppe” che arriva in ben 58 nazioni del mondo). È stato un padre dei poveri, è stato accanto a coloro che avevano bisogno».

San Giuseppe: a scuola di umanità

Quest’anno le sette domeniche si svolgeranno non in parrocchia ma nella vicina scuola di San Giuseppe. Come mai? 

«Quest’anno l’abbiamo voluto fare nella scuola elementare qui accanto perché diventasse davvero un laboratorio di umanità dove la gente si conosce, condivide, si incontra con le proprie idee.

La cosa era nata anche con il desiderio di dare un’anima alla domenica e dare la domenica all’anima. Quindi non solo riposo, ma anche riflessione, gioia del vivere insieme come famiglia, comunità».

san giuseppe

Foto pagina Facebook Pia Unione San Giuseppe


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT