Salvamamme, il gelato al gusto di sorriso

Ritorna da oggi, e fino al prossimo 31 ottobre, l’appuntamento del gelato sospeso di Salvamamme. L’iniziativa, che prende ispirazione dall’antica tradizione napoletana del caffè sospeso, prevede che nelle gelaterie aderenti, chi lo desidera possa lasciare un gelato pagato a un bambino la cui famiglia non può permetterselo.

Un gelato al gusto di sorriso, dunque, spiegano gli organizzatori, “un gusto speciale che sa di amore e solidarietà per chi è in difficoltà”. L’invito è dunque quello di lasciare l’offerta nel vaso trasparente messo a disposizione dalle gelaterie che aderiscono al progetto, le quali emetteranno uno scontrino al momento della consegna del gelato alla famiglia che lo riceverà.

L’elenco delle gelaterie aderenti, ancora in fase di completamento, è disponibile sul sito gelatosospeso.it.

Se a fine campagna ci saranno fondi non “utilizzati” in gelato sarà possibile devolverli al progetto “Salvamamme dà la Pappa”, programma di integrazione alimentare per diecimila bambini che vivono nel territorio nazionale in carenza di nutrizione.

L’associazione

L’associazione “I Diritti Civili nel 2000, Salvamamme Salvabebè”opera da oltre quindici anni intervenendo nei momenti cruciali dell’abbandono e della solitudine delle mamme e delle famiglie in condizioni di grave disagio socio-economico.

In particolare, dal 2015, dal lancio cioè della prima campagna del gelato sospeso, l’associazione Salvamamme ha donato 100 mila sorrisi grazie al coinvolgimento di centinaia di gelaterie sparse in tutte le regioni italiane.