Salute orale, Caritas Roma promuove la campagna “Felici e con…denti”

0

La salute orale al centro della campagna “Felici e con…denti” promossa dalla Caritas diocesana di Roma.

È partita ufficialmente lo scorso 18 maggio con un evento promosso presso il Nuovo Mercato Esquilino, la campagna “Felici e con…denti” per le donazioni di spazzolini da denti promossa dalla Caritas di Roma.

Felici e con.. 212x300 - Salute orale, Caritas Roma promuove la campagna “Felici e con…denti”La giornata di promozione alla salute orale, si ricollegava alla Giornata Mondiale della Salute Orale del 20 marzo scorso pratiche per promuovere una corretta igiene orale, fornire informazioni e orientare ai servizi del territorio. In tale occasione è partita la campagna di raccolta di spazzolini nuovi per adulti e bambini che l’Ara Sanitaria della Caritas diocesana sta promuovendo e che proseguirà per tutto l’anno. Gli spazzolini, che andranno ai pazienti del Centro Odontoiatrico Caritas, possono essere consegnati al Centro Odontoiatrico di via Casilina vecchia 19 o al Poliambulatorio Caritas di via Marsala, tutti i giorni dalle 10 di mattina alle 18 di sera.

 

Lo slogan dell’iniziativa è: «Se vuoi aiutarci a fare prevenzione ed educare alla corretta igiene orale, con una piccola donazione aiuterai tante persone a sorridere di nuovo».

Ascolta l’intervista integrale a Salvatore Geraci, responsabile dell’Area Sanitaria di Caritas Roma, nella puntata di La Porta della Carità di venerdì 1 giugno. 

 

Una campagna a sostegno degli ultimi, ma anche che mira alla prevenzione e alla promozione della salute. «Le campagne che promuoviamo hanno sempre un doppio effetto, la concretezza e la riflessione -. Ci spiega Salvatore Geraci, responsabile dell’Area Sanitaria – da una parte la concretezza, pensiamo alla campagna di raccolta delle medicine non scadute o i calzini. Quello che ha noi appare normale o non necessario per qualcun altro è fondamentale».

Piccoli gesti che acquistano un significato importante, nella società del superfluo e del consumismo, per la sopravvivenza di qualcun altro. «Questi gesti però hanno senso se diventano occasione di riflessione su quello che succede e sugli effetti di quello che veramente lascia indietro tante persone».