mercoledì , 18 ottobre 2017

Salute. La Giornata del Sollievo al Policlinico Gemelli

Dall’approccio pastorale versi gli ammalati residenti nel Policlinico Gemelli alla celebrazione della Giornata del Sollievo, in programma il prossimo 28 maggio. Focus nella pastorale sanitaria di uno degli ospedali più grandi di Roma e d’Italia.

“L’approccio umano e l’ascolto sono il primo passo da effettuare nella cura degli ammalati e dei loro familiari”. Questo il pensiero di  Fra Sandro Romanato del’ordine dei Frati Francescani Minori, che insieme ai suoi 5 confratelli, si occupa della pastorale degli oltre 1,500 ammalati residenti nel policlinico romano.

Fra Romanato, che si occupa in particolare dei reparti pediatrici del policlinico, ha raccontato alla nostra Francesca Baldini la sua attività e quella dei suoi confratelli, nell’intervista rilasciata per la puntata di Salute e Dintorni andata in onda lunedì 15 maggio. L’incontro è stato anche l’occasione per parlare di una giornata speciale come quella del Sollievo che ogni anno organizza la struttura ospedaliera in collaborazione con il polo universitario ormai da sedici anni.

Ascolta tutta la puntata!

 

 

LA GIORNATA DEL SOLLIEVO

Arrivata alla 16° edizione la Giornata del Sollievo parte proprio dal Policlinico Universitario “Agostino Gemelli” e mira ad abbreviare” le distante tra medico e paziente”. Promotori dell’iniziativa la Fondazione Policlinico Universitario A. gemelli e l’Università Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con la Fondazione Ghirotti Onlus e l’Associazione “Attilio Romanini”. Inoltre l’iniziativa gode del patrocinio del Ministero della Salute, del MIUR e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

IL PROGRAMMA

L’iniziativa, che abbraccerà l’intera giornata dalle 9,30 alle 17,00, si svolgerà nella hall del Policlinico Universitario e vede coinvolti medici, pazienti, infermieri e studenti.  La novità di quest’anno, rispetto agli anni passati, è l’introduzione di due tavole rotonde che si svolgeranno sia al mattino che al pomeriggio. Nell’incontro del mattino si affronterà la questione di sottoscrivere una carta per individuare quali possono essere le caratteristiche di un ospedale del Sollievo, mentre in quello del pomeriggio si discuterà l’idea di produrre un documento da condividere sulle cure palliative nelle altre religioni, “perché questo è un ambito di cui non possiamo più tenere conto, – afferma Fr. Romanato –  perché gli ospedali italiani e il Gemelli in primis vede rappresentati di tante fedi”.

Tra le due tavole rotonde si svolgeranno momenti ludici, arricchiti anche da un evento dal titolo “camini e pigiami”, che mira a “creare armonia e comunione tra medici e malati”. Ed ancora giochi, musica, tanti ospiti presenti e la premiazione dei bambini che hanno disegnato la loro idea di sollievo. L’evento è aperto a tutti e gratuito.

 

 

Check Also

Sanità. Intervista al nuovo delegato per la pastorale sanitaria

Don Fernando Altieri nuovo responsabile per la pastorale sanitaria. La pastorale dedicata alla sanità e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X