Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

17:30 17:33

Show attuale

Radiopiù Notizie

17:30 17:33

Background

Robert Cheaib: “Addomesticare la propria solitudine”

Scritto da il 25 Marzo 2020

Robert Cheaib: addomesticare vuol dire riconciliarsi

Robert Cheaib solitudine 2La parola addomesticare è bella, sa di casa, di famiglia. In essa troviamo il gesto di ospitalità, di portare a casa, dal latino “a domus”.
Parlare di addomesticare la solitudine è quindi un atto di riconciliazione con la solitudine che fa e deve far parte dell’esistenza umana.
Chi non fa i conti con la solitudine, chi non la sente di casa, non ha scampo. Deve fare i conti con la percezione di isolamento e con una sensazione perenne di abbandono.

Robert Cheaib: solitudine non è isolamento

È importante, già dall’inizio di questa puntata, capire che sto elogiando la solitudine, non l’isolamento e neppure il ripiegamento su di sé. Nessuno può farti star bene se non stai bene con te stesso. Per questo urge imparare l’arte di star bene con se stessi.

Stare bene da solo equivale a stare bene con gli altriRobert Cheaib solitudine 3

Il tuo modo di rapportarti a loro sarà sempre un rapporto di attaccamento utilitaristico. Loro saranno un mezzo per colmare il tuo angosciante isolamento. Si sentono usati e tu scoprirai che nessuno è un prolungamento o un’ eco del tuo ego.

Se la persona non riesce a stare bene nei propri panni, se non riesce a stare a galla nella sua esistenza non vedrà l’altro come una persona ma come salvagente.

Se l’uomo non è riconciliato con sé stesso, la ricerca dell’altro sarà sempre una fuga e l’altro non avrà alcuno da incontrare ma solo un’anima in pena e in fuga che vorrebbe riscattarsi con uno sguardo d’amore altrui verso un io che non sa amarsi. Non si può vivere l’amore come fuga da sé perché nell’amore l’unica cosa che conta è dare sé stessi.

Robert Cheaib: l’interiorità è come una stanza

L’interiorità dell’uomo è come una stanza. Se una persona non trova la sua stanza interiore bella e accogliente, evita di entrarci e passa il tempo fuori.
Più la stanza rimane chiusa, più l’odore soffocante del chiuso la rende invivibile.
Per interrompere questo circolo vizioso l’uomo deve avere il coraggio di sopportare la difficoltà iniziale di odorare e ordinare la stanza interiore. Deve cominciare ad abitarla e abituarsi a vivere in essa.
Tante coppie si formano non per scelta ma per un certo fatalismo, non per pienezza d’amore ma per paura degli echi di vuoto della propria esistenza.

Robert Cheaib: la nostra solitudine è da esercitare

Rilke scrive: “Esiste una sola solitudine ed è grande e non facile da sopportare; più o meno tutti vivono alcune ore in cui volentieri la baratterebbero con una vicinanza qualsiasi, addirittura volgare e di poco valore, e con l’apparenza del più scadente incontro con il primo che passi, con la persona più indegna.
L’arte di saper stare bene da soli apre ad un grande privilegio, quello di poter scegliere con chi stare. La solitudine feconda e ricca ci ridona a noi stessi e ci permette di condividere con l’altro non solo cose, non solo esperienze, non solo liste della spesa ma noi stessi, la nostra stessa ricca vita. Ebbene, sposare la
propria solitudine prima di sposarsi“.

Ascolta la terza puntata del Gioco dell’amore di Robert Cheaib

(Trascrizione del testo a cura di Antoine Ruiz)


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT