Ritratti di Santi, letture e meditazioni a Santa Maria della Vittoria

Tornano a Roma I Ritratti di Santi. A partire dalla prossima settimana, tre attori leggeranno le vita di altrettanti santi nella chiesa di Santa Maria della Vittoria. A organizzare l’evento, pensato come occasione di meditazione in vista della Pasqua, il MEC, Movimento Ecclesiale Carmelitano. Fondatore è padre Antonio Maria Sicari, teologo carmelitano, autore di più di cento biografie dedicate ai Santi del passato e del presente.

I ritratti dei Santi raccontati da tre attori

Salvo D’Acquisto

Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 21 nella chiesa di via XX settembre. Si parte lunedì prossimo, 27 marzo. L’attore Vincenzo Bocciarelli leggerà la vita di Salvo D’Acquisto, il carabiniere napoletano, non ancora 23enne, sacrificatosi il 23 settembre 1943 per salvare un gruppo di civili durante un rastrellamento delle truppe naziste a Palidoro. Per trarre in salvo ventidue prigionieri, Salvo D’Acquisto si autoaccusa di quanto accaduto il giorno precedente. Alcuni militari delle SS rimangono vittime dell’esplosione di una bomba a mano avvenuta nel corso di un’ispezione di casse abbandonate contenenti munizioni. Il processo canonico di beatificazione di Salvo D’Acquisto si concluse il 25 novembre 1991. Alla lettura si alterneranno le musiche del ensemble Armonia Antiqua.

L’incontro successivo è fissato per lunedì 3 aprile. La regista e attrice Claudia Koll  leggerà la vita di Elisabetta Leseur. Nata a Parigi nel 1866 è moglie innamorata di Dio e del marito non credente. Redige un diario spirituale, che suo marito conoscerà solo dopo la sua morte. Dal 1907 una malattia la costringe a una vita quasi di reclusa, con l’eccezione di un pellegrinaggio a Lourdes nel giugno 1912. Morì il 3 maggio 1914. La lettura sarà intervallata dalle musiche dei Giovani allievi della Civica Scuola delle Arti.

Ultima lettura, lunedì 10 aprile. Il regista e attore Giulio Base leggerà la vita di Clemente Vismara. Nato nel 1897 ad Agrate Brianza (Milano),  prende parte alla prima guerra mondiale guadagnando tre medaglie e il grado di sergente maggiore. Nel 1923 diventa sacerdote missionario e parte per la Birmania dove trascorrerà quasi 65 anni nelle foreste per evangelizzare le popolazioni indigene. È stato dichiarato venerabile il 15 marzo 2008 e beato il 26 giugno 2011.  La lettura sarà intervallata dalle musiche di Katia Catarci.

 

 

 

 

Check Also

San Tommaso Moro, la festa patronale tra arte e cultura

In occasione della memoria liturgica di San Tommaso Moro, il prossimo 22 giugno, mons. Paolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Clef two-factor authentication
X