Radiopiù Roma, dai giovani alla musica cristiana: un 2019 ricco di programmi

0

Radiopiù Roma, i nuovi programmi del 2019

Sing to the Lord, Divine Presenze, Dite Vobis. Ma non solo. Alla scoperta della Sindone e per concludere Radiopiù Sport con l’Ufficio per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Diocesi di Roma. Sono i nuovi programmi di approfondimento, frutto della collaborazione con le parrocchie, che arricchiscono il palinsesto di Radiopiù Roma per il 2019.

Al centro delle riflessioni non solo la spiritualità e la fede, ma anche i giovani e la musica. Le nuove rubriche, già in onda dalla prossima settimana (si comincia giovedì 10 gennaio con lo sport, bisognerà attendere invece il 7 marzo per Alla scoperta della Sindone a cura di don Domenico Repice), saranno trasmesse dal lunedì al venerdì a partire dalle ore 20.10.

Come di consueto, si potranno riascoltare, in un secondo momento, sui nostri canali Facebook e Twitter o direttamente in podcast da Soundcloud.

Voci dalla parrocchia di Sant’Angela Merici

Al via lunedì 14 gennaio Divine presenze, a cura di don Danilo Spagnoletti, parroco di Sant’Angela Merici, nel quartiere Nomentano di Roma. L’idea del programma, che andrà in onda a lunedì alterni, è quella di cercare la presenza di Dio nella storia presente.

“Dio c’è anche nella storia moderna. È la gente a essere distratta” spiega don Danilo il quale anticipa che Međugorje, e “altre Međugorje in giro per il mondo” saranno “una sorta di tormentone che accompagneranno ogni puntata”.

Martedì 15 gennaio sarà, poi, la volta di Dite Vobis. Protagonisti 3 giovani della parrocchia di Sant’Angela MericiFederico, Alessio e Federico (detto Fava).

“È stata una delle prime idee lanciate sul piatto con l’arrivo di Don Danilo nella parrocchia”, racconta Federico a proposito di Dite Vobis. “Purtroppo, per questioni di organizzazione parrocchiale il progetto ha dovuto attendere un po’ prima di vedere la luce ma, avendo imparato a conoscere Danilo, avevo la certezza che il tutto si sarebbe realizzato. Non sarebbe stata un’idea fatta cadere nel vuoto. La pazienza paga”“Abbiamo subito accettato con entusiasmo l’idea di dover registrare in radio” aggiunge Alessio.

Arricchimento culturale e divertimento. È ciò che Federico si porterà dietro dal confronto radiofonico con i suoi amici di vecchia data. “Ci farà crescere sotto tanti punti di vista” gli fa eco Alessio che precisa: “Non mi prefisso nessun obiettivo se non quello, tramite i dialoghi che nascono durante le registrazioni, di scoprire qualcosa di più rispetto gli argomenti che dite vobis 300x146 - Radiopiù Roma, dai giovani alla musica cristiana: un 2019 ricco di programmiandiamo a trattare. Dopotutto, prima di registrare una puntata bisogna documentarsi un pochino sulle varie tematiche, ed è già questa una positività perché mi permette di apprendere di più su temi su cui raramente si parla perché a volte molto spinosi”.

“Fare della parrocchia la casa dei giovani”Una delle proposte emerse durante i lavori dell’ultimo Sinodo diventa così colonna portante di Dite Vobis. “Se le parrocchie non trovano il modo di rientrare prepotentemente all’interno del tessuto social-cittadino allora non passerà molto tempo prima di vederle vuote” spiega Federico. “Anziché che rendere la liturgia qualcosa simile a un intrattenimento, sarebbe molto più saggio cercare di offrire attività che attirino la vita sociale proprio all’interno della parrocchia”.

“Penso sarebbe bellissimo che ogni parrocchia avesse il suo spazio dedicato ai giovani”. aggiunge Alessio. “Prima di tutto perché per noi è un’opportunità per esprimere il nostro punto di vista senza che vi siano vincoli imposti dalle circostanze ‘adulte’ o legate agli ambienti che frequentiamo. Ma la cosa fondamentale – continua, facendo riferimento al nuovo programma che andrà in onda martedì prossimo – è che appunto perché animata da giovani, altri ragazzi della nostra età posso trovare la bellezza e la curiosità di ascoltare la trasmissione sapendo che si parla di episodi che il più delle volte li interessano”.

 

Musica cristiana e liturgica

Direttamente dalla parrocchia di San Gabriele dell’Addolorata, a Centocelle, arriva invece Sing to the Lord, la rubrica di musica cristiana e liturgica a cura del musicista e organizzatore dell’evento “La Notte dei Santi”, Angelo Savarino.

sing to the lord 300x225 - Radiopiù Roma, dai giovani alla musica cristiana: un 2019 ricco di programmi“C’è l’esigenza di divulgare questo stile musicale che oggi si sente poco, anche nelle radio cattoliche. Per me la musica – ha precisato Savarino – è uno strumento aggregativo. La parrocchia è un elemento di partenza”.

Insieme a lui, la nostra giornalista Francesca Baldini e suor Vincenzina Botindari, francescana missionaria del Cuore Immacolato di Maria, daranno spazio, nel corso della trasmissione, anche ai concorsi canori di Radiopiù Cantate Inni con Arte (per i cori parrocchiali) e Sounds Spirit Festival (rivolto a singoli autori e gruppi).