Ieri, poi, come di consueto, Papa Francesco ha dato avvio alla Quaresima con la Messa delle Ceneri a Santa Sabina. “Quaresima è il tempo per dire no”, ha spiegato Bergoglio nell’omelia. “No all’asfissia dello spirito per l’inquinamento causato dall’indifferenza, dalla trascuratezza di pensare che la vita dell’altro non mi riguarda.  No a ogni tentativo di banalizzare la vita, specialmente quella di coloro che portano nella propria carne il peso di tanta superficialità”.

La Quaresima, ha spiegato il Santo Padre “vuole dire no all’inquinamento intossicante delle parole vuote e senza senso, della critica rozza e veloce, delle analisi semplicistiche che non riescono ad abbracciare la complessità dei problemi umani, specialmente i problemi di quanti maggiormente soffrono”.  Bisogna dire no ha ribadito Bergoglio  “all’asfissia di una preghiera che ci tranquillizzi la coscienza, di un’elemosina che ci lasci soddisfatti, di un digiuno che ci faccia sentire a posto”.