Presepe San Pietro: per la prima volta le sculture in sabbia

0
presepe san pietro

Presepe San Pietro, in arrivo la Sand Nativity

Presepe San Pietro – È arrivata ieri in piazza San Pietro la sabbia originaria delle Dolomiti, donata a Papa Francesco dalla città di Jesolo e dal Patriarcato di Venezia, che servirà per la realizzazione del presepe di quest’anno.

Dopo l’allestimento di una piramide, il prossimo 17 novembre, gli scultori, provenienti da Usa, Russia, Repubblica Ceca e Olanda, modelleranno la Sand Nativity a partire dal 21 novembre. La natività, che prenderà forma su una superficie di circa 25 metri quadrati, costituita da un bassorilievo di 16 metri di lunghezza, 5 di altezza e 6 di profondità, sarà inaugurata il prossimo 7 dicembre insieme all’albero di Natale. Come di consueto Papa Francesco visiterà il presepe la sera del 31 dicembre, dopo la recita del Te Deum nella Basilica di san Pietro.

L’abete rosso dal Friuli Venezia Giulia

Arriverà, sempre in piazza San Pietro, il prossimo 22 novembre, un abete rosso dono della presepe san pietro 2 300x225 - Presepe San Pietro: per la prima volta le sculture in sabbiaregione Friuli Venezia Giulia. Alto circa 21 metri, con diametro di 50 centimetri e una circonferenza massima di circa 10 metri alla base, proviene dalla Foresta del Cansiglio, in provincia di Pordenone.
In particolare, venerdì 16 novembre si avvierà l’operazione di legatura dei rami e lunedì mattina, 19 novembre, sarà tagliato dal Corpo Forestale locale.
Gli addobbi e le decorazioni saranno fornite e montate dalla Direzione dei Servizi Tecnici del Governatorato, mentre la Osram offrirà un sistema di illuminazione decorativa ad alta resa cromatica, di ultima generazione, per limitare l’impatto ambientale e il consumo energetico.
Presepe e albero rimarranno in piazza San Pietro fino al prossimo 13 gennaio,

domenica del Battesimo del Signore. Dopodiché il presepe ritornerà sabbia e l’albero sarà affidato a una ditta specializzata nel riutilizzo solidale del legno.