A diminuire, si evince ancora dal Rapporto, sono anche le risorse pubbliche a disposizione per la sanità. “La spesa sanitaria pubblica -ha spiegato Walter Ricciardi, presidente dell’Istituto superiore di sanità e direttore dell’Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni italiane, intervenuto oggi alla presentazione della ricerca- è passata dai 112,5 miliardi di euro del 2010 ai 110,5 del 2014; tale contrazione ha coinciso con una lenta ma costante riduzione dei deficit regionali. Nel 2014, la spesa sanitaria pubblica pro capite in Italia è stata di 1.817 euro. Un valore medio che secondo l’Ocse pone l’Italia tra i Paesi che spendono meno”.