Giubileo, Papa Francesco: “Aprirò la Porta Santa a Bangui”

0
56

Domenica 29 novembre ho in animo di aprire la Porta Santa della cattedrale di Bangui, durante il viaggio apostolico che spero di poter realizzare in quella nazione”. Lo ha annunciato ieri Papa Francesco durante l’Angelus in Piazza San Pietro. Inizio di Giubileo anticipato, quindi, in Centrafrica, con l‘apertura della Porta Santa a Bangui, rispetto alla data ufficiale dell’8 dicembre, giorno in cui sarà, invece, aperta la Porta Santa di San Pietro a Roma. Alla base della decisione di Bergoglio la necessità di “manifestare la vicinanza orante di tutta la Chiesa a questa Nazione così afflitta e tormentata ed esortare tutti i centroafricani ad essere sempre più testimoni di misericordia e riconciliazione”.

Il Papa ha, infatti, in programma un viaggio apostolico a Bangui per domenica 29  lunedì 30 novembre dopo le visite in Kenya (25-27 novembre) e in Uganda (27-29). Tappe che potrebbero saltare se gli scontri nei paesi dovessero inasprirsi. “Sono spiritualmente vicino ai Padri comboniani della parrocchia Nostra Signora di Fatima in Bangui, che accolgono numerosi sfollati” ha sottolineato il Pontefice. “Esprimo la mia solidarietà alla Chiesa, alle altre confessioni religiose e all’intera nazione Centrafricana, così duramente provate mentre compiono ogni sforzo per superare le divisioni e riprendere il cammino della pace. 

Nel corso dell’Angelus, Papa Francesco ha poi invitato i fedeli a imitare i santi,  non solo quelli canonizzati ma anche “i santi della porta accanto che, “con la grazia di Dio, si sono sforzati di praticare il vangelo nell’ordinarietà della loro vita” Il Santo Padre ha inoltre spiegato che i santi, avendo vissuto nella grazia del loro Battesimo “hanno conservato integro il ‘sigillo’ comportandosi da figli di Dio, cercando di imitare Gesù; e ora hanno raggiunto la meta, perché finalmente ‘vedono Dio così come egli è”.