Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

12:00 12:03

Background

Piccolo breviario dell’anima: l’odio

Scritto da il 11 Febbraio 2020

L’odio: cos’è?

È male e offesa? È uno stato d’animo?

Ridammi quegli indomabili slanci, la profonda e pur dolorosa felicità, la forza dell’odio, l’impeto dell’amore. Ridammi la mia giovinezza! (Johann Wolfgang von Goethe)

L’odio: l’etimologia della parola

L’etimologia della parola odio sembra ricondurre alla radice indoeuropea vadh-, poi uad-, poi od- che si ritrova nel sanscrito avadhit = colpire, ferire, da cui il greco ὠθέω (otheo) = respingere, ed infine, al latino odium. Odio dunque assume significato di repulsione.

Una seconda ipotesi riconduce alla radice ad- da cui il latino edo= mangio, per cui odio significherebbe  “rodersi dentro”. Queste ipotesi etimologiche evidenziano negatività di questo sentimento, distruttività verso l’esterno, e nel secondo caso, verso se stessi. Purtroppo si tratta di un sentimento diffuso e presente infatti più di quanto si possa credere, la storia ne da ampia testimonianza.

Astio, avversione e rifiuto si sono manifestati nei secoli e ovunque. Si potrebbe dire che esso risulta più diffuso dell’amore e della tolleranza ma questo è anche per il fragore e lo scandalo che suscita e porta con se il male. Si pensi alle stragi alla guerra alle persecuzioni di razza o religione al dolori.

Mentre i gesti d’amore, sono spesso silenziosi e invisibili, ma esistono, per vomere di Dio. Basta scorgerli nelle piccole cose, quelle della vita di tutti i giorni e possono capitare ad ognuno di noi. Può essere l’accompagnare un’anziana donna nell’attraversare la strada, l’aiutare un bisognoso con un’offerta, anche se piccola, il salvare un animale in difficoltà. E in famiglia come col prossimo pensare e agire mettendosi nei panni dell’altro.

L’odio nelle Sacre Scritture

Nelle Sacre scritture è indicato come accettabile odiare quello che Dio stesso odia; anzi, questa la prova di essere in una giusta posizione con Dio. “Voi che amate l’Eterno odiate il male!” (Salmo 97:10a). L’odio verso gli altri è sicuramente negativo. Il Signore rammenta il sentimento di odio nel Sermone del Monte: “Chiunque si adira contro suo fratello senza motivo, sarà sottoposto al giudizio” (Matteo 5:22). Egli ordina che dovremmo riconciliarci con il nostro fratello prima di presentarci davanti a Lui, ma dobbiamo anche farlo alla svelta (Matteo 5:23-26). L’atto dell’omicidio in sé era certamente condannato, ma l’odio di per sé è peccato “del cuore” ed ogni pensiero o atto pieno di odio è peccare. Si tratta dunque di chiedere giustizia possibilmente ma avere fede che se non in questa vita, essa verrà al momento del giudizio.

L’odio verso gli altri è ributtante per Dio poiché chi odia cammina nell’oscurità, in opposizione alla luce secondo la Sua Parola. (1 Giovanni 2:9, 11). L’odio è un veleno che ci distrugge dall’interno, producendo un’amarezza che consuma il cuore e la mente. Ecco che le Scritture ci dicono di non lasciare che una “radice di amarezza” spunti nel nostro cuore (Ebrei 12:15). L’odio distrugge anche la testimonianza personale di un cristiano, in quanto lo rimuove dalla comunione con il Signore e con gli altri credenti. Stiamo attenti a fare come il Signore ci suggerisce; risolviamo presto i conti con chiunque, per qualsiasi cosa, non importa quanto piccola, e il Signore sarà fedele a perdonarci, come ha promesso (1 Giovanni 1:9;2:1).

Ascolta la puntata odierna di Piccolo Breviario dell’anima di e con Ugo De Vita

Ascolta la puntata precedente


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT