lunedì , 25 settembre 2017

Pellegrinaggio. Alla scoperta di Castel Sant’Angelo

Prosegue il nostro pellegrinaggio virtuale per Roma, capitale d’Italia e del cristianesimo, città ricca ricca di storia e cultura. Proseguiamo il nostro viaggio in compagnia sempre di don Giorgio Picu, guida ufficiale per Roma Cristiana dell’Opera Romana Pellegrinaggi, alla scoperta di Castel Sant’Angelo.

 

Mausoleo, fortezza, residenza, prigione ed oggi museo. Sono tanti i volti di questo castello che sorge sulle rive del Tevere a poca distanza dalla Basilica di San Pietro, a cui è collegato dal passetto, di cui abbiamo parlato precedentemente. Per chi vive nella capitale o semplicemente per chi vi giunge come turista, la sensazione è sempre quella di percorrere un pellegrinaggio, tanto è l’elevato coinvolgimento di storia e sacralità.

 

Don Giorgio Picu ci racconta la storia di Castel Sant’Angelo in questa puntata della rubrica diocesana InCammino, andata in onda mercoledì 22 marzo e condotta da Francesca Baldini!

 

 

LA STORIA

Castel Sant’Angelo è conosciuto anche Mausoleo di Adriano ed è uno dei monumenti più conosciuti e visitati di Roma, situato sulla sponda destra del fiume Tevere di fronte all’attuale ponte Sant’Angelo a poca distanza dal Vaticano, nel rione Borgo. E’ stato edificato nel 123 d.C. dall’impero Adriano per raccogliere le sue spoglie e quella sua famiglia. Indubbiamente atipico come monumento romano, perché a differenza di altri di epoca romana, nonostante alle continue trasformazioni, soprattutto in epoca medievale e rinascimentale, resiste per oltre duemila anni alle sorti della storia di Roma. Da monumento funerario ad avamposto fortificato, da oscuro e terribile carcere a splendida dimora rinascimentale che vede attivo tra le sue mura Michelangelo. Ed ancora da prigione risorgimentale a museo, Castel Sant’Angelo incarna nei solenni spazi romani, nelle possenti mura, nelle fastose sale affrescate, le vicende della Città Eterna dove passato e presente appaiono indissolubilmente legati. Oggi è proprietà del MIBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e dal 2014 è entrato a far parte del Polo Museale della regione Lazio.

 

Check Also

InformAc. Ultima puntata all’insegna della gioia

L’ultima puntata di InformAc si è chiusa nel segno della gioia con i giovanissimi e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X