giovedì , 19 ottobre 2017

Pastorale Sociale. Intervista al nuovo incaricato diocesano

La Pastorale Sociale della Diocesi di Roma ha un nuovo incaricato.

Don Francesco Pesce romano, 52 anni, parroco della chiesa di Santa Maria ai Monti dal 2010 e accompagnatore spirituale delle ACLI di Roma dal 2005. Dallo scorso anno, proprio nella sua parrocchia, accoglie lo sportello contro la violenza sulle donne, promosso proprio dalle Acli della capitale attraverso il progetto “Fiore di Loto”.

Don Francesco Pesce

Il nuovo direttore dell’ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro, dormiente da sette anni, è stato nominato dal vicario De Donatis lo scorso 18 settembre con l’entrata in vigore dell’incarico dal 1 ottobre.

Lo scorso 5 ottobre durante un incontro svoltosi presso il Pontificio Seminario Romano Maggiore, don Pesce si è presentato alla diocesi e agli operatori del settore, incontrando i missionari sui luoghi di lavoro.

«Io penso che un cristiano che oggi non ha letto la Laudato Sì-, ha affermato don Pesce – francamente si deve andare a confessare»

 

 

Noi lo abbiamo incontrato e ci ha raccontato come ha appreso la notizia di questo nuovo incarico, quali sono le sue prospettive pastorali e l’importanza di tornare a parlare nelle parrocchie di Dottrina Sociale della Chiesa.

Ascolta tutta l’intervista rilasciata a Francesca Baldini nella puntata di In Diocesi di martedì 10 ottobre!

Abbiamo anche raccolto la soddisfazione per questa nomina dalla presidente delle Acli di Roma, Lidia Borzì, raggiungendola al telefono. Ascolta cosa ci ha detto!

 COS’E’ LA PASTORALE SOCIALE E DEL LAVORO

La Pastorale Sociale è quel settore della pastorale che si occupa di questioni sociali, principalmente di problemi inerenti al lavoro, all’economia e all’ambiente. Tra gli obbiettivi della pastorale sociale c’è la divulgazione e lo studio del Magistero della Chiesa, dei principi della Dottrina Sociale della Chiesa, collegati alle esigenze del popolo di Dio e all’ambiente socio-culturale del Paese.

Inoltre si pone particolare attenzione al mondo laico, all’associazionismo e agli organismi istituzionali, con riferimento alla formazione professionale, in collaborazione con altri uffici pastorali competenti.

L’attenzione è legata allo sviluppo e al sostegno di attività della promozione umana e preparazione agli operatori pastorali, ma anche stimolare la formazione all’impegno sociale e politico.

Check Also

“Humanae vitae”, alla Gregoriana un ciclo di lezioni sulla famiglia

Humanae vitae: i 50 anni dell’enciclica Al via alla Pontificia Università Gregoriana un ciclo di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X