Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Pasqua, Papa: “La speranza è un contagio che si trasmette da cuore a cuore”

Scritto da il 12 Aprile 2020

Pasqua: il “contagio” della speranza

«Oggi riecheggia in tutto il mondo l’annuncio della Chiesa: Gesù Cristo è veramente risorto. Come una fiamma nuova questa buona notizia si è accesa nella notte di un mondo già alla prese con sfide epocali e ora oppresso dalla pandemia. La speranza è un contagio che si trasmette da cuore a cuore».

È il messaggio di Pasqua di Papa Francesco rivolto al mondo, collegato da radio e tv, prima di concedere l’indulgenza plenaria e impartire la Benedizione Urbi et Orbi. Pronunciato non dalla Loggia centrale, come di consueto, ma dai cancelli della Confessione della Basilica Vaticana, arriva al termine di una Messa ancora una volta senza fedeli e priva del “Resurrexit”, l’antico rito della testimonianza di fede di fronte all’icona del Santissimo Salvatore, ripristinato da Papa Giovanni Paolo II nel 2000.

pasqua, papa

Foto di Alessia Torregrossa

Parole di speranza, di nuovo. «Stanotte  – aveva detto il Santo Padre durante la Veglia di Pasqua ieri a San Pietro – conquistiamo un diritto fondamentale, che non ci sarà tolto: il diritto alla speranza. È una speranza nuova, viva, che viene da Dio. Non è mero ottimismo, non è una pacca sulle spalle o un incoraggiamento di circostanza, con un sorriso di passaggio. No. È un dono del Cielo, che non potevamo procurarci da soli.

“Tutto andrà bene”, diciamo con tenacia in queste settimane, aggrappandoci alla bellezza della nostra umanità e facendo salire dal cuore parole di incoraggiamento. Ma, con l’andare dei giorni e il crescere dei timori, anche la speranza più audace può evaporare. La speranza di Gesù è diversa. Immette nel cuore la certezza che Dio sa volgere tutto al bene, perché persino dalla tomba fa uscire la vita».

Pasqua: non è tempo di indifferenza

Il pensiero del Papa va ancora ai malati, a coloro che hanno perso una perso una persona cara a causa della pandemia, ai medici e agli infermieri. A chi è nelle carceri, agli anziani e a tutti coloro che vivono una Pasqua solitudine. A quanti vivono i disagi che la pandemia sta provocando, dalle sofferenze fisiche ai problemi economici.

«Non è questo il tempo dell’indifferenza, degli egoismi, delle divisioni, della dimenticanza. La sfida che stiamo affrontando ci accomuna tutti. Non siano lasciati soli i più deboli, i poveri, i senzatetto, i profughi coloro che popolano le periferie».

«Non si perda occasione di dare ulteriore prova di solidarietà ricorrendo a soluzioni innovative», questo poi l’invito all’Europa. Ma anche al mondo. Troppi ancora, ha ricordato Francesco, i conflitti e le tensioni, dalla Siria, all’ Iraq, dall’ Ucraina, a Israele, dall’ Africa al Venezuela.

«Indifferenza, egoismo, divisione, dimenticanza non sono davvero le parole che vogliamo sentire in questo tempo. – ha concluso il Papa – Vogliamo bandirle da ogni tempo. Esse sembrano prevalere quando in noi vincono la paura e la morte, cioè quando non lasciamo vincere il Signore Gesù nel nostro cuore e nella nostra vita. Egli, che ha già sconfitto la morte aprendoci la strada dell’eterna salvezza, disperda le tenebre della nostra povera umanità e ci introduca nel suo giorno glorioso che non conosce tramonto».

Il messaggio integrale di Papa Francesco

Leggi anche: VIA CRUCIS: EX DETENUTI E MEDICI, LA PREGHIERA ROMPE IL SILENZIO DI SAN PIETRO


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT