Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Radiopiù Notizie

16:00 16:03

Show attuale

Radiopiù Notizie

16:00 16:03

Background

Pasqua 2020: la parola agli “acrrini” romani

Scritto da il 16 Aprile 2020

Pasqua 2020: ad InformAC le testimonianze dei ragazzi dell’ACR di Roma al tempo del Coronavirus

E’ da più di un mese ormai che stiamo attraversando questo complicato periodo di lockdown causato dall’epidemia Covid19. Ad InformAC abbiamo pensato di proporvi le interviste ad alcuni ragazzi dell’ACR romana per raccontare come stanno vivendo i più piccoli, i più giovani dell’Associazione queste settimane di sospensione totale di ogni attività, come hanno festeggiato la Pasqua, come si sono preparati, anche se a distanza, insieme ai compagni di gruppo alla festa della Resurrezione del Signore.

Riunioni tecnologiche

Il primo acrrino a parlare è Matteo della parrocchia Santa Maria Madre della Misericordia: «E’ principalmente grazie a Whatsapp se riesco a stare in contatto con i miei amici del gruppo ACR, con gli educatori e i catechisti della parrocchia- ci racconta -Nonostante i lunghi giorni di chiusura, riusciamo a sentirci di più. Gli educatori e i catechisti hanno pensato di coinvolgerci in alcune attività attraverso dei videomessaggi che ci mandano: è un nuovo modo per stare insieme, anche se lontani, e sentire l’affetto degli uni per gli altri. Sembrerà strano, ma è così». Matteo, tuttavia, aggiunge che gli manca la domenica, giornata che solitamente trascorre in parrocchia e che viene dedicata alle attività ACR, alla Santa Messa, agli incontri con gli amici.

Pasqua 2020: la parola agli “acrrini” romani

La tecnologia al servizio anche dei più giovani

Parla poi Mirea, che viene dalla stessa parrocchia di Matteo: «Anche per me vale quello che ha detto Matteo- inizia a dire -Con gli amici del gruppo ACR e con gli educatori ci sentiamo tramite chat e videochiamate su Whatsapp: in particolare, ci scambiamo le foto e i video su come stiamo vivendo questi mesi a casa. E’ un modo per restare vicini e per vedersi lo stesso. Per me è stato finora molto importante continuare a mantenerci in contatto e a svolgere qualche attività per prepararci alla Pasqua della scorsa domenica».

Pasqua 2020, un nuovo significato

Interviene infine Pamela, secondo cui la Pasqua di quest’anno non è stata molto diversa dalle altre: «Secondo me non si deve per forza uscire a festeggiare- dichiara subito -Ovvio, uscire ci fa stare bene, ma talvolta, come quest’anno, vista l’emergenza, si può fare qualche sacrificio. Mi sono mancate le nonne la domenica, dato che non abbiamo potuto mangiare insieme, e gli amici il Lunedì dell’Angelo, ma a parte questo non ho visto grandi differenze con gli scorsi anni. Gesù è risorto, è questo il dono più grande che potevamo ricevere e dobbiamo essere felici di questo». Aggiunge inoltre che questi giorni a casa possono essere sfruttati per pensare e pregare, in qualche momento, a chi non ha mangiato nulla per Pasqua: «Ciò che ricorderò di questa Pasqua è che non ha molta importanza ricevere tante uova, ne basta una, che ci ricorda appunto il regalo più grande che ci ha fatto il Signore. Penso di aver davvero capito questo grazie anche alle piccole attività che svolgo tramite le videochiamate sul telefono di mia madre da parte degli educatori e degli amici del mio gruppo ACR: ci siamo tenuti in contatto in questo modo durante questo mese e a me così sembra che ogni volta che ci sentiamo tutti insieme sia il normale sabato della riunione ACR in oratorio».

Appuntamenti e news

Per continuare a fare comunità, vi invitiamo a seguire le pagine social dell’AC di Roma, dove anche i ragazzi dell’ACR possono trovare spunti e riflessioni pensate appositamente per loro dagli educatori e dall’équipe diocesana, e il sito al seguente indirizzo: www.acroma.it

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT