mercoledì , 22 novembre 2017

Papa Francesco ad Avvenire: ‘La Chiesa è il Vangelo’

In una lunga intervista ad Avvenire, Papa Francesco tira le somme di questo Anno Santo che sta per volgere al termine. “Il Giubileo? Non ho fatto un piano. Le cose sono venute. Semplicemente mi sono lasciato portare dallo Spirito”, spiega il Pontefice chiarendo che, almeno nei fatti, il Giubileo della Misericordia, non è stato straordinario ma la naturale conclusione di un percorso che la Chiesa aveva intrapreso negli ultimi anni. Così anche i recenti incontri ecumenici, in particolare quello in Svezia per il 500° della riforma luterana, fa presente Papa Francesco, non sono frutto dell’Anno Santo della Misericordia, ma di un percorso, avviato con il Vaticano II.

La Chiesa -dichiara il Pontefice– esiste solo come strumento per comunicare agli uomini il disegno misericordioso di Dio. Al Concilio la Chiesa ha sentito la responsabilità di essere nel mondo come segno vivo dell’amore del Padre”. A me piace pensare – continua Papa Francesco nell’intervista rilasciata a Stefania Falasca – che l’Onnipotente ha una cattiva memoria. Una volta che ti perdona, si dimentica. Perché è felice di perdonare. Per me questo basta. Fare l’esperienza del perdono insegna a spostare la concezione cristiana dal legalismo alla Persona di Dio che si è fatto misericordia”.

E sul tema dell’ecumenismo aggiunge: “Il proselitismo tra cristiani è un peccato grave. La Chiesa non è una squadra di calcio che cerca tifosi”. Ma la Chiesa “è il Vangelo”. E La priorità dunque, ribadisce Papa Francesco è servire i poveri. “Servire i poveri vuol dire servire Cristo, perché i poveri sono la carne di Cristo. E se serviamo i poveri insieme, vuol dire che noi cristiani ci ritroviamo uniti nel toccare le piaghe di Cristo”.

 

 

Check Also

Festival Radiopiu cori parrocchiali

Cori parrocchiali, seconda edizione del Festival “Cantate inni con arte”

Torna per il 2018, a grande richiesta e dopo il successo del concorso di quest’anno, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X