Ordinazioni presbiterali: 16 nuovi sacerdoti, 11 per la Diocesi di Roma

“Abbiate sempre davanti agli occhi l’esempio del Buon Pastore, che non è venuto per essere servito, ma per servire e per cercare e salvare ciò che era perduto”. Questo l’invito rivolto al Papa ai nuovi 16 sacerdoti, 11 per la Diocesi di Roma, in occasione delle ordinazioni presbiterali durante la Messa celebrata alla Basilica di San Pietro nella mattinata del 22 aprile.

ordinazioni San PietroProprio ieri, IV Domenica di Pasqua, Domenica del Buon Pastore, ricorreva la 55esima Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. A concelebrare con il Santo Padre, il vicario per la Diocesi di Roma, monsignor Angelo De Donatis, il segretario generale del Vicariato, monsignor Gianrico Ruzza, i vescovi ausiliari di Roma e i superiori dei seminari e i parroci che hanno accompagnato la vocazione dei 16 diaconi.

“Siate misericordiosi”

“Pensate ai vostri peccati, alle vostre miserie, che Gesù perdona. Non stancatevi di essere misericordiosi“. Questo ancora l’invito di Francesco ai neo sacerdoti in occasione delle ordinazioni presbiterali. “Dispensate a tutti quella Parola di Dio, che voi stessi avete ricevuto con gioia. Leggete e meditate assiduamente la Parola del Signore per credere ciò che avete letto, insegnare ciò che avete appreso nella fede, vivere ciò che avete insegnato”.

Da qui la raccomandazione a riconoscere “ciò che fate. Imitate ciò che celebrate perché partecipando al mistero della morte e risurrezione del Signore, portiate la morte di Cristo nelle vostre membra e camminiate con Lui in novità di vita”.

Il Papa poi ha esortato i nuovi sacerdoti a esercitare “in letizia e carità sincera l’opera sacerdotale di Cristo, unicamente intenti a piacere Dio e non a voi stessi o agli uomini, per altri interessi. Soltanto il servizio a Dio, per il bene del santo popolo fedele di Dio”.