E’ stata una serata all’insegna della riflessione, dello spettacolo, della preghiera. La seconda edizione della Notte dei Santi ha visto una grande partecipazione di giovani e adulti che hanno affrontato il traffico del ponte e le intemperie del pomeriggio del 31 ottobre scorso pur di essere presenti a questo incontro nella vigilia della solennità di Ognissanti.

La Notte dei Santi, presentata dal conduttore Rai Alessandro Greco e trasmessa in diretta audio dalla nostra emittente, si è sviluppata attraverso diverse fasi. Innanzitutto una tavola rotonda con il vescovo ausiliare del Settore Sud della Diocesi di Roma, monsignor Paolo Lojudice, la dirigente Rai Teche Maria Pia Ammirati, Suor Paola Fortunio, vicaria generale delle Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria che hanno ospitato la manifestazione, e Riccardo Graceffa, consigliere del IX Municipio

Nel teatro di via Troiani Lojudice ha ricordato alcuni santi che hanno caratterizzato la storia della città di Roma, da San Filippo Neri a San Camillo De Lellis, da Giovanni Battista De Rossi al beato Angelo Paoli. Nel suo intervento il vescovo ha evidenziato che nelle lettere di San Paolo “i cristiani venivano chiamati già “santi”, perché la santità è qualcosa che si riceve e dunque non si raggiunge. A noi spetta di tutelare la nostra santità”. La Ammirati, che ha scritto una biografia su madre Caterina Troiani, la fondatrice dell’Istituto delle Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria, ha sottolineato il coraggio di questa suora che ha avuto una vocazione nella vocazione, lasciando tutto per avventurarsi nel 1859 verso la metropoli de Il Cairo, diventando la “missionaria delle morette”. Insieme ad altre consorelle infatti riuscirà a strappare alla strada bambine e ragazze per evitare loro una vita da schiave.

Suor Paola ha puntato l’attenzione sull’attualità del carisma del proprio istituto: “Madre Caterina ascolta e risponde alla chiamata del Signore. Si butta dentro la realtà de Il Cairo affidandosi a Dio. Così come dobbiamo fare noi oggi, cercando di vivere in fraternità il Vangelo portandolo ovunque andiamo, senza alcuna pretesa”.

FRA02691 150x150 - Notte dei Santi, "Vivere con coraggio la nostra santità" (Audio e video)La seconda fase della serata è consistita in una testimonianza della nigeriana Confort (nella foto), che ha raccontato le difficoltà vissute nel suo Paese, nel viaggio verso l’Europa e nel processo di integrazione. A lei è seguito un momento di catechesi sulla parabola del buon samaritano curato da don Giacomo Pavanello, della comunità Nuovi Orizzonti.

Subito dopo è stata la volta dei Kantiere Kairos, band calabrese di christian music, che ha portato sul palco per una ventina di minuti il meglio del proprio repertorio musicale, tra cui un brano dedicato a Chiara Corbella, una ragazza romana per la quale il mese scorso è stato aperto il processo per la causa di beatificazione. Infine la celebrazione eucaristica dopo la mezzanotte, presieduta nella parrocchia San Giovanni Battista De La Salle dal vescovo Lojudice.

Ascolta la registrazione audio della serata

Guarda il video in 4k di parte del concerto dei Kantiere Kairos