Non siamo soli! Riflettevo sul fatto che la vera solitudine dell’uomo di oggi dipende dall’essere al centro di noi stessi, dal credere che in fondo, con tutte le risorse che abbiamo, possiamo salvarci da soli, da tanti problemi che ci fanno soffrire, che vorremmo non avere.

Ma ci rendiamo conto di non farcela, ed ecco perché c’è la depressione, la tristezza, l’angoscia. Abbiamo perso questo gancio in mezzo al cielo, qualcuno che ci sorregga, così come questi lavoratori che vediamo nei palazzi molto alti, che sono sorretti da corde, da ganci.

Siamo noi, è vero, che operiamo, ma il primato è sempre della grazia. Quindi in queste nostre solitudini, in queste sensazioni di non farcela, la soluzione sta non nel rivolgersi in pseudo religioni o a superstizioni o ancora a chi ci dà una risposta subito, una garanzia di benessere ma nel fare riferimento a questo gancio: io non solo a combattere la mia solitudine, a cercare di cambiare il mio carattere, perché ho la grazia di Dio dentro di me! Sia che opero, sia che dormo, Dio è con me sempre!

Non siamo soli 2 150x150 - Non siamo soliRiandiamo oggi a questa fonte, e quando sentiamo di voler fare a meno di Dio, di voler fare da soli, è proprio quello il momento in cui invece fermarci, riempirci di Lui, farci dare suggerimenti da Lui: magari stiamo operando in una direzione ma è quella sbagliata… L’impegno sì, ma ascoltando prima la grazia, dando importanza innanzitutto alla preghiera. Non siamo soli

Ascolta la puntata a cura di Simona Panico