Musica popolare e laudi all’epoca di san Filippo Neri. Secondo appuntamento per Roma by Night

0

La musica popolare all’epoca di san Filippo Neri al centro del secondo appuntamento di Roma by Night. La nostra emittente ne ha parlato nella rubrica “Tutte le strade” ed ha seguito la serata in diretta.

La musica popolare e le laudi cinquecentesche sono state le protagoniste del secondo appuntamento della seconda edizione di Roma by Night, ovvero la rassegna culturale promossa dal Servizio per la Cultura e l’Università della Diocesi di Roma.

La musica ha fatto da cornice ad una serata di cultura ed approfondimento sulla figura di san Filippo Neri, che nel 1500 è stato uno dei protagonisti indiscussi della Chiesa di Roma, dando vita all’oratorio.

secondo appuntamento per Roma by NIght 300x146 - Musica popolare e laudi all'epoca di san Filippo Neri. Secondo appuntamento per Roma by Night
I relatori in un momento della serata

Proprio l’incontro della serata, intitolato “La cultura per il popolo di San Filippo Neri”, si è svolto presso la Biblioteca Vallicelliana, in Piazza della Chiesa Nuova, nel cuore della capitale, luogo caro al santo.

Un viaggio partito da questo luogo di cultura, alla scoperta della musica popolare, della  figura di san Filippo Neri, ma anche dei libri e della cultura del tempo, contornato dai canti cinquecenteschi, eseguiti dal maestro Ambrogio Sparagna con il suo organetto accompagnato dal coro della Chiesa Nuova.

A confrontarsi su questi temi l’oratoriano padre Maurizio Botta, insieme a mons. Andrea Lonardo, direttore del Servizio per la Cultura e l’Università del Vicariato e alla direttrice della biblioteca, la dott.ssa Paola Paesano.

Ascolta l’intervista integrale a padre Botta andata in onda per la rubrica “Tutte le strade” venerdì 23 novembre, in cui il sacerdote spiega le ragioni della serata. 

«Elevare il popolo era il primo scopo di san Filippo Neri -, ha spiegato padre Botta – e sia la parola che la musica, insieme alla preghiera, fin dall’inizio sono parte dell’oratorio». Un luogo, quello dell’oratorio, che non dobbiamo ridurre a semplificazioni, come spesso oggi accade, e che invece, costituisce all’epoca un luogo di riconciliazione, «che ricorda quello dei Padri del Deserto, ovvero di laici che incontravano il loro maestro».

Così è in questo contesto cinquecentesco che la musica popolare di Roma si trasforma in laudi e le «laudi che hanno la struttura del canto popolare-, prosegue padre Botta – hanno l’obiettivo della trasmissione della fede». Dunque la musica come strumento di evangelizzazione che conosceva bene san Filippo Neri, uomo di grande cultura, ma al tempo stesso semplice ed abituato al contesto popolare della Roma di allora.

Dunque una serata dove la musica è stata protagonista, quella stessa musica che diviene strumento di trasmissione della fede proprio attraverso le laudi, come ha spiegato il maestro Ambrogio Sparagna, musicista ed etnomusicologo di fama internazionale che da anni lavora proprio sui canti popoli.

«Esiste un rapporto fondamentale tra il testo scritto e il testo orale -, ha spiegato Sparagna – che acquista valore attraverso il canto popolare quando la musica si unisce alla preghiera. E questi sentimenti semplici di preghiera nascono dai luoghi che incontriamo e viviamo».

Sparagna ha galvanizzato la sala gremita, che hanno ascoltato i canti eseguiti dal suo organetto accompagnato dal coro della Chiesa Nuova. Nell’esecuzione di questi canti, alcuni dei quali proprio di san Filippo Neri, anche la partecipazione dello stesso padre Botta.

Prima di concludere con un canto siciliano, Sparagna ha sottolineato come dietro quello che può sembrava una ricerca musicale minore, quella del canto popolare, sia in realtà di estrema importanza per la nostra cultura, perché racchiude le tante culture di cui è costellato il nostro paese e possa rendere vivo il tessuto musicale espressione più autentica di un popolo.

Riguarda la registrazione completa della serata.

🔴 Secondo incontro di "Roma by Night"Live dalla Biblioteca Vallicelliana

Geplaatst door Radiopiù op Vrijdag 23 november 2018

 

Prossimo appuntamento per Roma by Night il 14 dicembre alle ore 20.15 presso il Museo Storico dell’Arte Sanitaria, presso il complesso monumentale di Santo Spirito in Saxia.