Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Show attuale

Non stop Music

00:00 06:00

Background

Musei Capitolini, torna a risplendere la Sala degli Orazi e Curiazi

Scritto da il 21 Febbraio 2017

È stata inaugurata, dopo i lavori di restauro, la Sala degli Orazi e Curiazi, all’interno dei Musei Capitolini. A contribuire all’intervento, donando la somma di 300mila euro, l’industriale russo-uzbeko. Mr. Alisher Usmanov.

Il restauro della Sala ai Musei Capitolini

I lavori, avviati lo scorso 9 maggio, hanno consentito di ripristinare la bellezza delle opere colpite da infiltrazioni d’acqua piovana e da insetti xilofagi. In particolare, sono stati restaurati gli affreschi nella fascia superiore delle pareti interne e il soffitto ligneo a cassettoni. Realizzato nel 1884, andò a sostituire quello del ‘500. Grazie a un passaggio all’interno della sala, anche il pubblico in visita ai Capitolini, ha potuto vedere da vicino il cantiere all’opera.

“Restituiamo ai romani e al mondo intero una delle più belle sale dei Musei Capitolini”, ha dichiarato  il sindaco Virginia Raggi inaugurando la Sala degli Orazi e Curiazi. Una stanza che torna al suo antico splendore proprio a poco più di un mese al 60°anniversario dei Trattati di Roma che il Comune si sta preparando a a celebrare.

La Sala degli Orazi e dei Curiazi

 

Statua di Urbano VIII

Collocata al piano nobile del Palazzo dei Conservatori, era destinata originariamente alle udienze del Consiglio Pubblico.

Nel 1595 fu decorata da Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino, esponente di spicco del Manierismo romano. Al centro degli affreschi ci sono alcuni noti episodi della storia delle origini di Roma, narrati da Tito Livio. Tra questi proprio il duello tra i fratelli Orazi, che rappresentavano Roma e i Curiazi per Albalonga. Dopo un’interruzione di oltre vent’anni i lavori, la cui fine era prevista per il Giubileo del 1600, terminarono nel 1640.

I lati corti della Sala sono adornati con due statue onorarie di Papi. Una, di Urbano VIII, in marmo, scolpita da Bernini e l’altra in bronzo di Innocenzo X realizzata da Alessandro Algardi.

 

Clicca qui per saperne di più sulle altre mostre in corso ai Musei Capitolini.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT