Musei Capitolini, verso la canonizzazione di Paolo VI

In occasione della canonizzazione di Paolo VI, annunciata da Papa Francesco per il prossimo mese di ottobre, i Musei Capitolini ospitano la mostra “I Papi dei Concili dell’era moderna. Arte, Storia, Religiosità e Cultura”.

Inaugurata ieri alla presenza del cardinale Pietro Parolin, il presidente del Senato Elisabetta Casellati e il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’esposizione, nasce e si sviluppa nell’ambito di una collaborazione pluriennale tra i Musei Capitolini e il Centro Europeo per il Turismo e la Cultura.

L’itinerario

paolo vi 274x300 - Musei Capitolini. I Papi dei Concili dell'era moderna in mostra
Papa Paolo VI

Costituito da 30 opere tra cui dipinti, sculture, argenti e tessuti liturgici rari e preziosi, l’itinerario storico-artistico, lungo le sale dei Musei Capitolini, ricostruisce le figure di alcuni tra i pontefici protagonisti dei tre concili dell’era moderna: il Concilio di Trento, nel Cinquecento, il Concilio Ecumenico Vaticano I e il Vaticano II, tra Ottocento e Novecento.

Al centro, dunque, di un percorso che si snoda tra arte e fede, Paolo III, Pio IX, Giovanni XXIII e Paolo VI, il papa beato, presto santo, che portò a termine il Concilio Vaticano II avviato nel 1962 da Papa Roncalli. “Questo Concilio  – disse a conclusione  il 7 dicembre 1965, Papa Montini –  consegna alla storia l’immagine della Chiesa cattolica raffigurata da quest’aula, piena di Pastori professanti la medesima fede, spiranti la medesima carità, associati nella medesima comunione di preghiera, di disciplina, di attività, e – ciò ch’è meraviglioso – tutti desiderosi d’una cosa sola, di offrire se stessi, come Cristo nostro Maestro e Signore, per la vita della Chiesa e per la salvezza del mondo”.

La mostra si potrà visitare tutti i giorni, fino al prossimo 9 dicembre, dalle ore 9.30 alle ore 19.30. In particolare, domani, sabato 19 maggio 2018, in occasione della Notte dei Musei, è in programma lapertura straordinaria serale dalle 20.00 alle 02.00 (ultimo ingresso 01.00) con biglietto d’ingresso a € 1,00.