Mostra 100 presepi in Vaticano dal 7 dicembre al 13 gennaio

0
mostra 100 presepi

Mostra 100 presepi in via della Conciliazione

Giunta alla 43esima edizione, la tradizionale mostra 100 Presepi si trasferisce, quest’anno, da Piazza del Popolo in Via della Conciliazione in Vaticano (Sala San Pio X). A rilevare la rassegna artistica e culturale, gestita fino a gennaio 2018 dalla “Rivista delle Nazioni”, il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione.

“Il presepe – ha dichiarato il presidente monsignor Rino Fisichellaoltre ad essere una bella tradizione culturale partita dalla genialità di San Francesco d’Assisi e diffusasi in tutto il mondo, è un forte strumento di evangelizzazione. Tante sono le persone che ogni Natale si fermano davanti al mistero di Dio fatto uomo, rappresentato con delle statuine, che in tanti casi sono autentici capolavori d’arte per pregare, riflettere e scoprire l’amore di Dio che si fa bambino per noi”.

La mostra sarà aperta tutti i giorni dal 7 dicembre al 13 gennaio 2019, dalle ore 10:00 alle ore 20:00. L’ingresso è consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura.

Materiali e tradizioni da tutto il mondo

presepe 300x247 - Mostra 100 presepi in Vaticano dal 7 dicembre al 13 gennaioStatici o in movimento, i presepi, provenienti da quasi tutte le regioni italiane e da circa 25 paesi esteri, sono opera di artisti e artigiani italiani e stranieri, collezionisti, amatori, studenti di scuole elementari e medie, rappresentanti di associazioni culturali e impegnati nel sociale, di Enti statali e locali.

In mostra anche i presepi e le figure presepiali d’epoca provenienti da musei e da collezioni private.

Diversi i materiali utilizzati: dal corallo all’argento, alle porcellane, dal vetro al bronzo, dalla ceramica all’argilla, dai tappi ai bottoni. E ancora ferro battuto, legno, cartapesta e materiali di recupero. Luci colorate, televisori e damigiane. Ma non solo. Non mancano i presepi fatti di cioccolato, pane, mais, e persino gusci di frutti di mare e candele d’auto.

Varie anche le dimensioni (dal formato in miniatura a quello ad altezza d’uomo) e le ambientazioni (da quelle classiche del seicento e settecento napoletano e siciliano e dell’ottocento romano fino a quelle avveniristiche).