Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Mobilità sostenibile, approvate linee d’indirizzo del piano urbano

Scritto da il 17 Ottobre 2016

La Giunta capitolina ha approvato le linee guida per elaborare il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS). Due i livelli d’azione su cui il Campidoglio è orientato: uno nel breve-medio periodo tramite il ripristino, nelle infrastrutture del trasporto, di “standard di qualità adeguati” e  un secondo in un periodo più ampio con progetti strategici che dovranno coinvolgere anche la Regione e il Governo. Le azioni a breve-medio termine comporteranno un programma di vera e propria ‘manutenzione urbana straordinaria’. Le strategie di lungo respiro, si legge invece sul sito del Comune di Roma, “puntano a cambiare il volto della mobilità romana entro dieci anni”.

Coerentemente con le indicazioni che provengono dall’Europa (Piano d’Azione sulla Mobilità Urbana, 2009; Libro Bianco sui Trasporti, 2011) e con la relativa, forte richiesta di promuovere la mobilità “integrata e sostenibile”, il PUMS romano punterà al massimo coinvolgimento dei cittadini  attraverso un modello organico di mobilità in ogni ambito: trasporto pubblico, strade, parcheggi di interscambio, tecnologie, parco veicoli, mobility manager, controllo e regolazione del traffico, informazione all’utenza, logistica, riorganizzazione delle consegne di merci.

Tra gli obiettivi del Piano d’Azione sulla Mobilità Urbana, 2009 quello di garantire a tutti i cittadini mezzi in grado di raggiungere “destinazioni e servizi chiave”; più sicurezza, meno inquinamento (atmosferico e acustico), minori consumi energetici; più efficienza ed economicità del trasporto; contribuire a migliorare la qualità dell’ambiente urbano.

L’assessore Linda Meleo (Città in Movimento) chiarisce che è inoltre necessario “dotare la città di un sistema di mobilità competitivo con le altri capitali europee, recuperando nel medio-lungo periodo il gap infrastrutturale storico, aggravato dall’incongruo sviluppo insediativo degli ultimi 15 anni”. Per questo “serve subito avere una nuova programmazione delle opere fondamentali per Roma Capitale e il PUMS definirà appunto le priorità di intervento in relazione alle risorse disponibili”. “Sarà anche l’occasione”, conclude Meleo, “per verificare l’efficacia, la sostenibilità dei costi e dei tempi di realizzazione delle opere in programma”.

 

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT