Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Buongiorno radio

06:31 06:55

Show attuale

Buongiorno radio

06:31 06:55

Background

Mattarella al Centro Astalli: “I rifugiati sono una ricchezza per l’Italia”

Scritto da il 20 Giugno 2016

“I rifugiati arricchiscono il nostro Paese, che soffre un tasso demografico basso. Quindi l’arrivo di giovani di talento e capacità, se governato con politiche serie, responsabili, lungimiranti e in maniera intelligente, arricchisce il nostro Paese”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in visita al Centro Astalli di San Saba a Roma in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato.

Per Mattarella, “l’Italia da tempo è impegnata in prima linea, determinata a continuare a fornire un contributo convinto e costruttivo, su molteplici fronti, richiedendo con forza un impegno autenticamente corale da parte della comunità internazionale, a partire dalla Unione europea”. Il capo dello Stato ha poi proseguito: “Rivolgo il mio grato saluto a quanti hanno voluto sottolineare la ricorrenza della ‘Giornata Mondiale del Rifugiato’, richiamando l’attenzione su un dramma dell’umanità che non conosce soste. Questa significativa ricorrenza giunge in un momento particolarmente tormentato, caratterizzato da ingentissimi flussi di profughi e, con essi, di rifugiati”.

In un messaggio per il delegato dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) per il Sud Europa, Stephane Jaquemet, il presidente ha sottolineato: “Parallelamente, si manifestano e crescono, in un quadro di non trascurabile conflittualità politica e sociale, timori istintivi e generici appelli alla difesa, alla chiusura, all’innalzamento di muri e barriere. Il tema che avete scelto per questa edizione, ovvero ‘Con i rifugiati dalla parte di chi è costretto a fuggire’ sollecita a richiamare i cittadini e la comunità internazionale a uno sforzo di comprensione e compenetrazione con le esigenze primarie di chi è in fuga, di chi chiede il nostro aiuto, di chi cerca rifugio, sottraendosi a catastrofi indicibili”.

“Il drammatico flusso di bambini, donne e uomini forzati a viaggi guidati dalla disperazione – ha evidenziato Mattarella – richiede infatti un impegno consapevole, forte e determinato: impegno umanitario, per salvare la vita di chi fugge; impegno economico, per disporre di risorse adeguate ad affrontare l’emergenza; impegno politico, per attenuare le ragioni dei conflitti e del sottosviluppo e per governare un fenomeno epocale con intelligenza e lungimiranza. L’Italia ha ben presenti queste priorità ed è da tempo impegnata in prima linea” a dare un “contributo convinto e costruttivo”, su “molteplici fronti”.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT