Marcia per la Vita, l’ottava edizione

Due giorni, tre ore e una manciata di minuti. È già partito il countdown sul sito internet dell’iniziativa giunta quest’ anno all’ottava edizione. Ritorna a Roma, sabato 19 maggio, l’appuntamento con la Marcia per la Vita. A ribadire il valore della vita “senza compromessi” (così recita lo slogan della manifestazione del 2018) saranno circa 15mila persone.

A precedere il corteo di sabato, venerdì 18 maggio dalle ore 20:00 alle 21:30, l’adorazione Eucaristica presso la Chiesa di Santa Maria in Campitelli. Inoltre, Voice of the family presenta Rome Life Forum il 17 e 18 maggio 2018 all’ Angelicum. Il 19 mattina, invece, al Dnb House in Via Cavour, si terrà a partire dalle 9.30, il Convegno Nazionale per la Vita.

Manifestazione Roma: il percorso e i temi

La manifestazione a Roma si snoderà lungo un percorso di circa 1,6 km. La Marcia per la Vita partirà da piazza della Repubblica alle ore 14.30. Attraversando via Nazionale, si giungerà in piazza della Madonna di Loreto.

Tra i temi affrontati l’eugenetica e il quarantesimo anniversario dell’entrata in vigore in Italia della legge sull’aborto (194 del 22 maggio 1978). Non mancheranno poi, durante la Marcia per la Vita, le testimonianze, tra cui quella della madre Vincent Lambert per cui più volte, negli ultimi mesi, Papa Francesco ha rivolto appelli e preghiere. Il quarantaduenne francese in stato di ipo-relazionalità dopo essere rimasto vittima, dieci anni fa, di un incidente stradale, rischia infatti la sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione.

Diverse, inoltre, le delegazioni straniere che prenderanno parte alla manifestazione di sabato prossimo. Non solo dall’Europa, ma anche dall’America e dall’Australia.

Marce della Vita nel mondo

Non solo a Roma, fulcro della cristianità. Da Bruxelles a San Francisco, dalle Canarie a Manila, le marce della Vita si svolgono in tutto il mondo. Dopo la tappa a Londra, Ottawa e a Roma, i prossimi cortei del 2018 si snoderanno il 10 giugno per le vie di Varsavia, il 15 settembre a Zurigo, il 22 settembre a Berlino, e l’8 dicembre all’Aia.