mercoledì , 22 novembre 2017

Mafia capitale: secondo Libera un “sistema inquietante”

Sono 44 i nuovi arresti nell’ambito dell’operazione “Mondo di mezzo”, effettuata dai carabinieri del Ros, che ha coinvolto i responsabili politici e tecnici del Comune di Roma. Gli accertamenti, oltre a confermare la centralità nelle complessive dinamiche dell’organizzazione mafiosa diretta da Massimo Carminati, evidenziano come Buzzi sia riferimento di una rete di cooperative sociali che si sono assicurate, nel tempo, mediante pratiche corruttive e rapporti collusivi, numerosi appalti e finanziamenti della Regione Lazio, del Comune di Roma e delle aziende municipalizzate.

“Siamo davanti a un sistema di collusione e corruzione inquietante, che ha varcato ogni limite e ha rivelato ciò che tutti sanno da tempo: un sistema che ha potuto esistere e consolidarsi solo nella commistione forte con la politica”. È quanto afferma l’Ufficio di presidenza di Libera, secondo la quale, “è evidente che c’è troppa politica che ha fatto finta di non vedere sia le opacità nell’assegnazione degli appalti sia lo smantellamento di servizi. Quella che si è scoperta e che si sta scoprendo a Roma ‘non è mafia con la lupara’, ma uno dei volti della moderna criminalità organizzata, che dimostra oggi più che mai come corruzione e mafia siano due facce della stessa medaglia. La corruzione sottrae denaro che potrebbe essere investito per dare dignità alle persone. È una società che ruba a se stessa”.

Check Also

Festival Radiopiu cori parrocchiali

Cori parrocchiali, seconda edizione del Festival “Cantate inni con arte”

Torna per il 2018, a grande richiesta e dopo il successo del concorso di quest’anno, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X