Madre dell’Amore, il nuovo album di Dajana

Signore sono qui. Signore Pietà, canta, come preghiere, Dajana. Dopo Un vecchio noir, l’artista tarantina torna sulle scene musicali con un un nuovo album: Madre dell’Amore, un percorso, lungo 8 brani, che dall’abbraccio materno di Maria conduce verso quello di Suo Figlio.

madre dellamore - Madre dell'Amore, il cammino di fede nel nuovo album di DajanaUn vero e proprio cammino di fede, dunque, che ha portato la cantante a raggiungere la consapevolezza del suo talento quale dono di Dio. Un tragitto spirituale intrapreso dopo l’incontro con il ritrattista ufficiale di San Giovanni Paolo II, il maestro Giuseppe Afrune, che ha realizzato l’icona sulla copertina del nuovo album.

Il disco, in uscita domani, venerdì 9 marzo, è stato anticipato dal singolo Ave Maria di Gounod che, con un arrangiamento del tutto innovativo, tra risonanze di musica classica e tonalità elettroniche, ha riscontrato un grande successo di pubblico.

“Ave Maria”, ha detto Dajana del brano, “è il mio ringraziamento per questo dono di cui Dio Padre mi ha omaggiato, la voce”. 

Gli altri brani

E il tema della maternità lo ritroviamo, dirompente, tra parole e musica, anche in altri brani. Non solo in Madre dell’Amore, che dà il titolo all’intero album, ma anche in Amore sia, dedicato a santa Gianna Beretta Molla e alla sua vita di fede di moglie, madre, medico e di impegno nell’Azione Cattolica e in Madre è, un inno alla mistica Natuzza di Paravati.

C’è poi San Pio, dedicato al santo da Pietrelcina. Chiude, invece, l’album Piccola Maria, una lode alla “grandezza” della Vergine che si fa piccola per abitare in ciascuno di noi.

Dajana, il percorso artistico

Dajana inizia a cantare già a 5 anni e a 16 vince la borsa di studio che le permette di accedere al CET di Mogol. Nel 2009 si trasferisce a Bologna dove realizza il suo primo lavoro discografico Peccato reload che contiene il brano Sei come sei in cui duetta con Lucio Dalla.

Nel 2014 pubblica il singolo Clementina ed il nuovo lavoro discografico dal titolo Un vecchio noir, un omaggio al Brasile con una rivisitazione di jazz e bossanova.

Ora Dajana ha intrapreso un percorso artistico di musica sacra e liturgica. E per dare la propria voce e testimonianza in questa nuova esperienza di evangelizzazione ha scelto di mettersi a disposizione della Comunità itinerante di preghiera Maria Madre della Divina Misericordia che, con il patrocinio di diverse diocesi, ha già fatto tappa sia a Roma nella Basilica di San Giovanni in Laterano che a San Giovanni Rotondo.