giovedì , 23 novembre 2017

L’incanto della fotografia a Palazzo Braschi

AF 15240Ritratti e paesaggi dell’ultimo regno papale. La Roma ottocentesca rivive grazie a una mostra fotografica a palazzo Braschi :“L’incanto della fotografia” promossa dal Campidoglio (Assessorato Cultura, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali), con la cura scientifica di Anita Margiotta e quella organizzativa di Zètema.

La mostra, realizzata attraverso le collezioni fotografiche di Silvio Negro, giornalista e storico della fotografia (1897 – 1959), e Valerio Cianfarani, archeologo, (1912 – 1977) è aperta al pubblico dal 14 ottobre al 28 febbraio 2016. Non è la prima volta che palazzo Braschi apre a esposizioni di questo genere. Già nel 1953, infatti, si era dato largo spazio alla fotografia con mostre di preziosi volumi di dagherrotipi e foto su lastra. Grazie a donazioni e collezioni, si è formata, infatti, nel corso del tempo, una vera e propria scuola sulla ricerca storica e sulla conservazione del materiale fotografico antico.

Tra le foto in mostra anche quelle di agenzia, con relative veline, su avvenimenti e fatti di cronaca tra le due guerre mondiali, immagini di Instabul del XIX secolo e i nuovi depositi per la conservazione delle foto antiche e dei negativi storici su lastra di vetro.

 

 

 

 

Check Also

Torna alle Sale del Bramante l’esposizione internazionale “100 presepi”

Oltre cento presepi in mostra Torna oggi, nelle Sale del Bramante, a piazza del Popolo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X