Lectio Divina 2018-2019

Al via venerdì prossimo, 12 ottobre, gli incontri di Lectio Divina a cura di padre Bruno Secondin ocarm., teologo della Pontificia Università

lectio divina 300x174 - Lectio Divina, al via gli incontri a Santa Maria in TraspontinaGregoriana, a Santa Maria in Traspontina. Quindici gli appuntamenti in programma, dalle 18 30 alle 19.45, fino al prossimo 24 maggio.

La  partecipazione è gratuita e aperta a tutti. Il testo biblico è scelto, di solito, fra le letture festive della domenica in arrivo, per favorire un legame fra lectio divina e liturgia col popolo, come raccomanda il Catechismo della Chiesa Cattolica. 

La Parola di Dio

La lectio divina, si legge sul sito internet dell’iniziativa che si svolge ormai da 23 anni, “esprime la realtà della Chiesa come creatura Verbi: questa si fonda sulla Parola di Dio, nasce convocata dalla Parola e vive in essa”.  Nella Parola la Chiesa trova “l’annuncio della sua identità, la grazia della sua conversione, il mandato della sua missione, la fonte della sua profezia, la ragione della sua speranza” (Sinodo 2008, Instrumentum Laboris, 12).

La lectio divina, si mette ancora in evidenza, “ha chiare radici bibliche e un lungo esercizio monastico. Oggi  si intende come lettura credente – vera sosta riflessiva e ascolto orante, da soli o in gruppo – di un passo della Bibbia, accolta come Parola di Dio. Con la guida dello Spirito Santo, nell’esperienza di meditazione e silenzio, di contemplazione e condivisione, la Parola diventa sorgente di grazia, dialogo orante, appello alla conversione, proposta profetica e orizzonte di speranza“. Non si tratta quindi di un mero studio tecnico, ricerca esegetica o informazione biblica, ma ascolto obbediente e risposta appassionata.

Gli incontri in programma

La Parola di Dio è viva (Ebrei 2,9 -12;4, 7-13). Questo il titolo del primo incontro in programma mercoledì prossimo. Commenterà padre Bruno Secondin. Tappa successiva il 26 ottobre. All’ordine del giorno Adulti nella fede (Ebrei 5,12-6,12). A intervenire Rosalba Manese, biblista della Pontificia Università Gregoriana. Si prosegue, il 9 novembre, con le riflessioni di padre Bruno Secondin su Guardati dal dimenticare (Deuteronomio 6,1-13).

Ancora a novembre, il 23, appuntamento con il giornalista padre Giulio Albanese che illustrerà Chi abiterà la tua tenda? (Salmo 15, 1-5). Il 14 dicembre sarà la volta del biblista della Pontificia Università Gregoriana, Massimo Grillo il quale parlerà di La scure è alla radice (Luca3,3-14).

Primo incontro del 2019, l’11 gennaio, è Battezzerà in Spirito e fuoco (Luca 3, 15-22). A intervenire monsignor J.T. Mendonça, vescovo biblista, archivista della Biblioteca Vaticana. Si va avanti poi il 25 gennaio. Monsignor Bruno Forte, teologo e scrittore, arcivescovo di Chieti, illustrerà Lettura popolare della Parola (Neemia 8,1 -12).

Voi siete la luce del mondo (Matteo 5, 13-16). Questo il titolo dell’incontro dell’8 febbraio. Commenterà il cardinale Angelo De Donatis, vicario generale di Papa Francesco. Seguirà, il 22 febbraio, Il Signore scruta menti e cuore (Geremia 17, 5 -13) , a cura di padre Bruno Secondin. Si passa poi, l’8 marzo, a Gesù tentato dal diavolo, (Luca 4, 1-13). Ne parlerà la professoressa Antonietta Augruso.

Tappa successiva il 22 marzo. La professoressa Donatella Scaiola, biblista della Pontificia Università Gregoriana, si focalizzerà su Il sogno del figlio e della terra (Genesi 15, 1-18). Il 5 aprile appuntamento con il professo Luca Mazzinghi, biblista della Pontificia Università Gregoriana e del Pontificio Istituto Biblico, che discuterà su La Fine del’Esodo (Giosuè 4,19 -24; 5, 10-17).

Il 3 maggio è poi in programma È il Signore! (Giovanni 21, 1-14) con la professoressa Rosalba Manes. Il 10 maggio, invece, incontro con fr. Enzo Bianchi, monaco e biblista, fondatore della Comunità di Bose, che illustrerà Una moltitudine immensa (Apocalisse 7,9-17). Appuntamento conclusivo il 24 maggio. Padre Bruno Secondin commenterà Non sia turbato il vostro cuore (Giovanni 14, 15-31).

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.lectiodivina.it.