Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Laudato sì: cibo per tutti in una economia globale

Scritto da il 5 Luglio 2020

Laudato sì: ecologia e distribuzione di cibo, una sfida globale

Ghandi disse una volta: “Prendere qualcosa da un altro senza il suo permesso è un furto, naturalmente. Ma è un furto anche usare una cosa per un fine diverso da quello inteso da chi la presta o utilizzarla per un periodo più lungo di quello che è stato pattuito”. (Ghandi, Ashram Observances in Action, p.58) La profonda verità sulla quale si basa tale osservazione è che Dio non crea mai più di quanto non sia strettamente necessario al momento. Perciò, chiunque si appropri di più dello stretto necessario a sé è colpevole di latrocinio.

Laudato sì: la doppia speculazione sulla distribuzione del cibo

Quello a cui si assiste oggi invece è una doppia speculazione sulla distribuzione del cibo, viene cioè sottopagato il lavoro dei produttori e viene applicato un ricarico sui prezzi al consumo dovuto alle speculazioni finanziarie intermediarie, finalizzate solo a creare profitto e che nessun legame hanno con la finalità del servizio svolto, cioè quello di mettere a disposizione il cibo dal produttore al consumatore. Una ulteriore speculazione viene compiuta interferendo non solo sulle previsioni di disponibilità presenti di un determinato prodotto, ma anche su quelle laudato sìfuture, che sul mercato finanziario prendono il nome di futures. Le materie prime, in questo caso il cibo, diventano dunque delle cosiddette ‘commodities’, cioè pretesti per la speculazione finanziaria e spesso le stesse società che si occupano della distribuzione sono le stesse che giocano in borsa sulle disponibilità delle materie prime da loro stesse messe sul mercato, con evidenti fenomeni di Insider Trading. Insomma nella logica ghandiana assistiamo ad una vera ipotesi di furto ai danni del compratore finale, che tutto compra, fuorché il reale valore di produzione, trasporto e distribuzione del cibo.

Se pensiamo che solo quattro società detengono il 70% della distribuzione delle derrate agricole a livello mondiale e che tre imperi industriali dominano quasi il 60% del volume d’affari globale relativo al commercio delle sementi e dei prodotti chimici per l’agricoltura ci rendiamo conto del fenomeno in atto.

Laudato sì: salvaguardia della terra e contrasto alla speculazione finanziaria

La speculazione finanziaria in atto richiede sempre più terreni, risorse idriche, utilizzo di pesticidi e fertilizzanti, trasformazione dei territori e non ultimo provoca un impatto irreversibile sulla biodiversità. Dice l’Enciclica Laudato Sì: “osservando il mondo notiamo che questo livello di intervento umano, spesso al servizio della finanza e del consumismo, in realtà fa sì che la terra in cui viviamo diventi meno ricca e bella, sempre più limitata e grigia, mentre contemporaneamente lo sviluppo della tecnologia e delle offerte di consumo continua ad avanzare senza limiti. In questo modo, sembra che ci illudiamo di poter sostituire una bellezza irripetibile e non recuperabile con un’altra creata da noi”.

Spesso poi tra i calcoli di questo intervento umano non si tiene conto dei risultati a lungo termine di una tale trasformazione, continua infatti l’Enciclica:

“La cura degli ecosistemi richiede uno sguardo che vada aldilà dell’immediato, perché quando si cerca solo un profitto economico rapido e facile, a nessuno interessa veramente la loro preservazione. Ma il costo dei danni provocati dall’incuria egoistica è di gran lunga più elevato del beneficio economico che si può ottenere. Nel caso della perdita o del serio danneggiamento di alcune specie, stiamo parlando di valori che eccedono qualunque calcolo. Per questo, possiamo essere testimoni muti di gravissime inequità quando si pretende di ottenere importanti benefici facendo pagare al resto dell’umanità, presente e futura, gli altissimi costi del degrado ambientale”. (Laudato Sì, 36).


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Utilizziamo Quform Plugin per tutti i moduli di contatto sul nostro sito web. Questo memorizza un token di sicurezza.
  • quform

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT