Traccia corrente

Titolo

Artista

Show attuale

Show attuale

Background

Lateranense: Teologia interconfessionale, la presentazione in diretta FB

Scritto da il 19 Giugno 2020

Lateranense: il nuovo percorso di studi

Sarà presentato questo pomeriggio, alle ore 18.30, in diretta sulla pagina Facebook della Pontificia Università Lateranense, “Teologia interconfessionale in prospettiva ecumenica e comunionale”, il nuovo biennio di licenza (laurea magistrale) proposto dalla Facoltà di Teologia.

Il webinar sarà introdotto, oltre che dal teologo Giuseppe Lorizio, coordinatore del comitato scientifico, formato da rappresentanti delle diverse confessioni cristiane, che ha ideato il corso, anche dal decano della Facoltà di Teologia della Lateranense Riccardo Ferri. Seguirà, poi, un tavola rotonda a cui prenderà parte il sociologo dell’Università di Padova Enzo Pace. A intervenire anche Piero Coda (Istituto Sophia), Hans-Martin Barth (Università di Marburg) e Tamara Grdzelidze (Mount Holyoke College, Massachusetts) che presenteranno rispettivamente la prospettiva teologica cattolica, evangelica e ortodossa. Concluderà l’evento online il Rettore Magnifico dell’Ateneo del Laterano, Vincenzo Buonomo.

Lateranense: l’importanza del dialogo

Il percorso di studi avrà avvio nel prossimo anno accademico 2020-2021. Strutturata in sei moduli (storico-patristico, biblico-fondamentale, dottrinale-dogmatico, etico-morale, liturgico-cultuale e missionario), la specializzazione in Teologia interconfessionale «mira – spiega Lorizio – a educare a una “forma mentis teologica”, capace di dare una dimensione scientifica e didattica a una teologia cristiana che fonda e costituisce l’orizzonte delle diverse chiese.

Il ciclo di studi – aggiunge lo studioso – sarà tenuto da docenti cattolici, ortodossi, riformati delle diverse chiese e favorirà sacerdoti e laici che, rientrando nelle loro comunità di origine, possano animarle e servirle nello spirito della “cultura dell’incontro”, proposta dall’insegnamento di Papa Francesco».

 

Leggi anche CULTURA DIGITALE: PADULA, “I MEDIA SONO UNA QUESTIONE UMANA”


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



REPLACE_WITH_VARVY_SCRIPT