Giornata diocesana del Malato: il 10 febbraio al Divino Amore

Sarà celebrata domenica prossima 10 febbraio, quest’anno un giorno prima della memoria liturgica della Madonna di Lourdes, la Giornata diocesana del Malato.

Organizzata dal Centro diocesano per la pastorale sanitaria insieme all’Opera Romana Pellegrinaggi e l’Unitalsi si terrà al Santuario della Madonna del Divino Amore.

La Giornata diocesana si inserisce nell’ambito della XXVII Giornata Mondiale del Malato che si celebrerà in modo solenne a Calcutta, in India, l’11 febbraio 2019. Tema di quest’anno è «Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date» (Mt 10,8). Sono “le parole pronunciate da Gesù  – ha spiegato Papa Francescoquando inviò gli apostoli a diffondere il Vangelo, affinché il suo Regno si propagasse attraverso gesti di amore gratuito. […] La cura dei malati ha bisogno di professionalità e di tenerezza, di gesti gratuiti, immediati e semplici come la carezza, attraverso i quali si fa sentire all’altro che è caro”.

Santuario Divino Amore: La Messa con il cardinale vicario 

Così, insieme agli ammalati, domenica prossima al Divino Amore ci saranno i loro familiari, i volontari, i medici e gli operatori sanitari. Attesi a partire dalle 15, entreranno nel Santuario Nuovo in processione, dietro alla statua della Madonna di Lourdes.

La Giornata diocesana del Malato <br> al Santuario del Divino Amore 1Alle 15.30 è in programma la recita del Rosario, introdotto dal vescovo ausiliare, delegato per la Pastorale Sanitaria, monsignor Paolo Ricciardi. Con l’occasione,porteranno la loro testimonianza una suora non vedente, una famiglia, un diacono permanente, un malato e un volontario.

Alle 16 il cardinale vicario Angelo De Donatis presiederà la Santa Messa. A conclusione, una fiaccolata raggiungerà la Grotta di Lourdes, allestita nei giardini del Santuario. Come gesto simbolico, sarà fatta volare una corona del Rosario composta di palloncini, realizzata dall’Unitalsi.

Santuario Divino Amore: Gli altri eventi in programma

Giornata diocesana del MalatoAlla vigilia della Giornata diocesana del Malato, i ragazzi dei gruppi del dopo-Cresima di diverse parrocchie saranno all’Opera Don Guanella.

“È un modo per legare la Giornata a una iniziativa di carità – spiega monsignor Ricciardi – con l’intenzione di aprire gli occhi dei nostri giovani alla disabilità”. Domenica, inoltre, sarà lanciata l’iniziativa “Adotta un nonno”, una proposta più concreta per la Quaresima rivolta in particolar modo ai bambini che frequentano il catechismo di preparazione alla Comunione e alla Cresima.

Ma non solo. Diverse le chiese che celebrano la memoria della Madonna di Lourdes con Messe, incontri e preghiere per gli ammalati.

Ieri sera è giunta a Sant’Andrea delle Fratte, dal Santuario di Lourdes, la Madonna Pellegrina che si potrà venerare fino alle ore 19 di sabato 9 febbraio. Dopodiché proseguirà il suo itinerario verso il Santuario del Divino Amore.

Fino a domenica 10 febbraio, a Santa Maria in Aquiro, dove è custodito il primo quadro della Madonna di Lourdes esposto in Italia, si svolgerà la Novena durante la celebrazione delle 18. L’11 febbraio, invece, sono in programma la liturgia per gli ammalati con l’unzione degli infermi alle ore 16 e la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Angelo Amato.