martedì , 12 dicembre 2017

Kantiere Kairòs, un concerto di speranza per i detenuti di Rebibbia

Kantiere Kairòs a Rebibbia

Il loro brano Un passo oltre è stato l’inno ufficiale della 37esima marcia francescana che si è svolta ad Assisi l’estate scorsa. E sabato prossimo canteranno “come sempre la speranza. “Come sempre porremo l’accento sulla bellezza dell’incontro con Cristo e la gioia che ne scaturisce“. Questo il messaggio lanciato da Kantiere Kairòs per l’evento in programma il 7 ottobre. La rock band cristiana si esibirà, infatti, nel carcere romano di Rebibbia per i detenuti e per le loro famiglie.

“Era il 23 marzo dello scorso anno quando abbiamo avuto la Grazia di esibirci nella Casa Circondariale di Cosenza”, fanno ancora sapere da Kanitere Kairòs. “È stata un’esperienza profonda, toccante. Ci sarà una seconda volta”, dicono riferendosi al concerto di dopodomani.

 

Seconda tappa romana a San Giovanni Battista de La Salle

Ma non finisce qui. Dopo l’ evento di Rebibbia, annuncia la band, “faremo il nostro primo concerto nella capitale aperto a tutti nel pomeriggio dell’8 ottobre nella Parrocchia di San Giovanni Battista de la Salle“. L’appuntamento è per le ore 16.30 in via dell’Orsa Minore 59.

L’esibizione, a ingresso libero, è inserita nell’ambito della missione parrocchiale e della Giornata dell’accoglienza promossa dal parroco, don Massimiliano Nazio. Durante il concerto ci saranno le testimonianze di alcuni detenuti. Saranno poi raccolti fondi per l’associazione “Mandorlo in fiore”, costituita da familiari di detenuti a Rebibbia, e per la onlus “Oltremare” che li destinerà alla missione in Eritrea delle Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria.

Kantiere Kairòs, l’esigenza di esprimere l’amore di Dio

Kantiere Kairòs è una christian band calabrese nata dall’incontro nel 2008 tra il cantautore Antonello Armieri, voce e chitarra acustica, e Giuseppe Di Nardo, chitarrista e arrangiatore. Al duo si sono poi aggiunti Gabriele Di Nardo, batteria, Davide Capitano, basso e Roberto Sasso, tastiere. Nell’aprile 2015 pubblicano il loro disco d’esordio, Il Soffio.

Si autodefinisce non solo una rock band cristiana ma anche “un’esigenza”. “La nostra personale esigenza di esprimere, -precisa la band- con il linguaggio che più ci rappresenta, il quotidiano convertirci all’amore di Dio. Gesù nostro Amico è ovunque e come tale lo percepiamo anche in ciò che vogliamo e sappiamo fare meglio: suonare.
Essere cioè “strumenti e portatori di frutto musicale, uniti in Lui, come tralci nella vite, come respiro che soffia dolcemente sulla brace ardente, nascosta in tutti i cuori, anche quelli apparentemente ‘spenti'”.

Check Also

Clemente XI, una mostra rende omaggio al Papa mecenate

Clemente XI in mostra Al via al Complesso Monumentale di San Salvatore in Lauro, il …

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X